fbpx

La ruota di Groppello a Cassano d’Adda, sul Naviglio Martesana

Passeggiando a piedi o in bici lungo il Naviglio Martesana, all’altezza del centro di Groppello d’Adda, ci si imbatte in una grande ruota, che consente di fare un suggestivo salto nel passato.

Si tratta di un’imponente ruota idraulica, popolarmente chiamata “el rudun”.  Ad un primo occhio sembrerebbe un grande mulino, proprio come quelli delle pubblicità. In realtà tecnicamente si tratta di una “noria”: la sua funzione infatti non è mai stata quella di macinare cereali o muovere macchinari, bensì quella di sollevare l’acqua del Naviglio per poterla convogliare in un sistema di irrigazione.

Ci troviamo a Groppello, frazione del comune di Cassano d’Adda, e per scoprire qualcosa di più su questa ruota dobbiamo andare indietro nel tempo quando, nel 1618, il Cardinal Federico Borromeo fece costruire questa grande ruota per convogliare l’acqua necessaria per irrigare gli orti e i giardini della Villa Arcivescovile. Si dice che questa maestosa opera, su richiesta del Cardinale, sia stata progettata da Leonardo Da Vinci in persona.

L’acqua era usata, oltre che per l’irrigazione, anche per le cucine del palazzo, per riempire le vasche dei lavatoi del bucato, nonché per alimentare due guadi per l’abbeveraggio del bestiame, uno ubicato nella piazzetta attigua al Naviglio e l’altro nella piazza del paese.

Vicino al ponte attiguo alla ruota sono ancora visibili gli antichi lavatoi, fatti costruire dall’Arcivescovo Romilli nella primavera del 1855, quindi precedenti rispetto al rudun.

Smantellato alla fine dell’800, l’attuale ruotone non è più quello originale, ma è stato fedelmente ricostruito nel 1989. Un parziale restauro, effettuato negli anni ‘90, ha ripristinato il sistema di sollevamento dell’acqua, permettendo alla ruota di continuare a funzionare, per scopi prevalentemente didattici e rievocativi. Un nuovo intervento si è reso necessario quindi nel 2009, quando la ruota è stata rimossa e ricollocata al suo posto completamente restaurata per la Vigilia di Natale di quell’anno, quando è rientrata in funzione.

Qualche numero

11 metri di diametro, costituito da 8 possenti pale in grado di spostare e convogliare l’acqua ove necessario.

Video presentazione

Foto gallery

Lascia un Commento

Condividi