fbpx
#mappiamolitalia

Isola di Ischia

Posta all’estremità settentrionale del golfo di Napoli e a poca distanza dalle isole di Procida e Vivara, nel mar Tirreno, è la maggiore delle Flegree.

Con i suoi 62.733 abitanti è la terza più popolosa isola italiana, dopo Sicilia e Sardegna. In antichità era nota col nome Pithekoussai o Pithecusae. È una forte attrazione turistica per il golfo di Napoli e per la stessa città.Dalla forma approssimativa di un trapezio, l’isola dista all’incirca 18 miglia marine da Napoli, è larga 10 km da est a ovest e 7 da nord a sud, ha una linea costiera di 34 km e una superficie di circa 46,3 km².

Il rilievo più elevato è rappresentato dal monte Epomeo, alto 788 metri e situato nel centro dell’isola. Quest’ultimo è un vulcano sottomarino sprofondato negli ultimi 100.000 anni. Infatti, l’intera isola, altri non è che il picco del Monte Epomeo, ultimo punto del vulcano ancora in superficie. L’attività vulcanica ad Ischia è stata generalmente caratterizzata da eruzioni non molto consistenti e a grande distanza di tempo. Dopo le eruzioni in epoca greca e romana, l’ultima è avvenuta nel 1301 nel settore orientale dell’isola con una breve colata (Arso) giunta fino al mare. Diverse parti del suo litorale sono comprese nell’area marina protetta Regno di Nettuno.

Ischia, l’isola più grande nel Golfo di Napoli, è stata ribattezzata nei secoli “Isola verde”, “Isola della giovinezza” e “Isola del dio sole”: è facile intuire la bellezza naturale e le grandi qualità climatiche che rendono quest’isola di origine vulcanica un piccolo paradiso naturale, rigoglioso e mite anche d’inverno. Dall’interno alla costa, Ischia è uno scrigno di tesori da scoprire: dalle lussureggianti e variopinte colline immerse nel verde e i loro giardini botanici, ai monumenti storici, fino alle imperdibili spiagge, le baie marine e i numerosi centri termali. Il castello aragonese, simbolo dell’isola, fu costruito da Gerone di Siracusa nel 474 a.C. e si affaccia maestosamente sul porto storico; gli amanti dell’arte non vorranno sicuramente perdere una visita alla Cattedrale dell’Assunta, dove sono conservati i famosi affreschi della scuola giottesca. Per coloro che desiderano pernottare in porto, si consiglia di andare al porto turistico di Casamicciola, uno dei sei comuni dell’isola. Tuttavia, se si preferisce trascorrere una notte all’ancora, in buone condizioni meteorologiche e al riparo dalla brezza nord-occidentale, suggeriamo Sant’Angelo, un caratteristico villaggio situato sul lato meridionale dell’isola. Il fondale marino nella baia è sabbioso, è abbastanza sicuro e c’è anche un piccolo porto turistico. Durante la navigazione costiera, degne di nota sono le insenature di Carta Romana e la Spiaggia degli Inglesi, a ovest del molo esterno del porto, la Baia dei Maronti a Sant’Angelo, al cui interno si trova una spiaggia termale e l’accesso gratuito alle fumarole, la baia di Sorgeto e la baia di San Francesco.

La storia dei Giardini La Mortella

Metti la moglie di un Lord inglese, il colpo di fulmine per Ischia e un clima perfetto per ogni tipo di piante. Nasce cosi i Giardini La Mortella: uno splendido giardino mediterraneo e subtropicale creato dal 1958 da Susana Walton, la moglie argentina del compositore inglese Sir William Walton. Walton fu Considerato uno dei più grandi compositori inglesi del ventesimo secolo Si trova a Forio  può essere visitato da aprile ad ottobre.  Disegnato e progettato da Russell Page insieme a Susan Walton , è considerato uno dei più bei giardini privati in Italia.

I Walton arrivarono ad Ischia poco dopo il matrimonio, nel 1949. Decisero di acquistare un terreno, nella località detta Le Mortelle – dal nome di cespugli di mirto che crescevano fra le rocce. Così la proprietà fu chiamata La Mortella. Lady Walton ha sviluppato il giardino per più di 50 anni, all’inizio con l’aiuto ed i consigli del paesaggista inglese Russell Page, poi esclusivamente seguendo la propria ispirazione. Rimasta vedova nel 1983, decise di aprire il giardino al pubblico nel 1991. Allo stesso tempo Lady Walton creò due fondazioni, il William Walton Trust in Inghilterra, e la Fondazione William Walton in Italia, con l’obiettivo di far conoscere la musica del marito, incentivare l’amore e la conoscenza della musica, e allo stesso tempo  preservare e proteggere  il giardino.  Nel 2003 Lady Walton ha affidato il compito di gestire La Mortella alla Fondazione William Walton, cui ha passato la proprietà.

William Walton aveva espresso la volontà che La Mortella continuasse a vivere come centro per aiutare giovani musicisti. Oggi la Fondazione William Walton e La Mortella organizza in Primavera e Autunno, una doppia stagione concertistica grazie alla quale viene offerta l’opportunità a giovani musicisti (un centinaio ogni anno) dalle scuole musicali di Napoli, Fiesole, Roma ed Avellino di esibirsi davanti al pubblico

Il giardino è sempre stato in continuo sviluppo e creazione. Ogni anno si aggiungevano nuove piante, nuove zone e idee.  Nel 2004 ha ricevuto il primo Premio come ‘il più bel parco d’Italia’ dalla ditta americana Briggs & Stratton, mentre nel 2012 si è aggiudicata il premio per la  manutenzione da parte dei Grandi Giardini Italiani.

Questo giardino incantevole è stato creato in 50 anni con senso artistico, amore e determinazione da Lady Walton. Tantissimi sono i punti e le cose da vedere, prendetevi almeno 3 ore o anche più per visitarlo con calma. Non voglia segnalarveli tutti, il giardino è da scoprire angolo per angolo, punto per punto. Serve calma, tempo e tanta curiosità per addentrarsi in questo meravigioso giardino in cui ogni angolo ha una storia e un significato. Addentratevi con la curiosità di un bambino ponto a scoprire un mondo magico e nuovo immerso nella natura.

Vi segnaliamo il Victoria House, “sede” della ninfea gigante. In questo piccolo angolino di paradiso vi è anche la “Bocca”, una scultura di Simon Verity che riproduce la maschera disegnata di John Piper sul sipario per Façade (il famoso intrattenimento musicale di William con parole di Edith Sitwell). Nella serra invece sono coltivate orchidee, bromelie, araceae e due splendidi rampicanti.
Quindi segnaliamo la roccia di Sir William.  Si trova sul ciglio della collina, in una posizione che domina non solo il giardino ma tutta la baia di Forio. Qui trovate una piramide naturale di pietra, un tempo masso di confine, che William Walton dichiarò essere la “sua pietra”. Uno dei posti più suggestivi e belli di tutto il giardino, segno dell’amore di Lady Walton per il marito e segno dell’amore di entrambi per questo posto.

Ci ha poi stupito il Tempio del sole, poco lontano dalla roccia di William. Un’antica cisterna di acqua piovana per l’irrigazione riconvertita. Qu si  trovano tre grandi ambienti affiancati illuminati dai raggi di sole che filtrano dalle aperture nel soffitto. La decorazione interna richiama antichi luoghi di culto, grazie alla presenza dell’acqua e dei bassorilievi di ispirazione mitologica, opera di Simon Verity, che illustrano l’affinità di Apollo, il Dio della Musica e della Poesia, con altre arti e scienze, quali la medicina, la danza, la crescita della flora, la natura, le selve antiche, oltre al suo ruolo di indovino e custode dell’Oracolo.

Queste alcune delle cose viste che ci hanno colpito ma non vogliamo svelarvi tutto, il giardino è un vero gioiellino, un piccolo scrigno di piante di ogni tipo che vi lasceranno a bocca aperta e in ogni angolo, in ogni luogo troverete qualcosa di particolare su cui soffermarvi e rimanere a bocca aperta. Alzate lo sguardo e guardate quanto sono alte alcune piante, la loro imponenza ma anche eleganza.

Eleganza è la parola chiave di questo luogo. Eleganze, relax e natura, tutto questo è quello trasmette questo posto particolare che solo visitandolo capirete le sensazione che abbiamo provato anche noi e il nostro stupore nello scoprire questo meraviglioso sull’isola di Ischia.

A Ischia, si mangia si beve e si fischia

Un´altra tappa che non può mancare nel vostro giro dell’isola a Casamicciola è il negozio di Luigi con i suoi fischi. Genio di Casamicciola, ha un fischio per tutto. Qui potete trovare fischietti per ogni esigenza fatti tutto in terracotta. Cosa sono i fischi? Scopritelo con lui, entrate nel suo negozio e vi intratterrà raccontandovi in rima ogni fischietto e la sua caratteristica.

Volete organizzare una vacanza a Ischia come noi? Vi suggeriamo Imperatore Travel, vi seguiranno da Napoli quando salite sul traghetto fino all´arrivo a Ischia e ad ogni esigenza di cui necessitate sapranno indicarvi i luoghi giusti. I loro alberghi hanno inoltre navette che vi portano in giro per l’isola e vi fanno conoscere questo fantastico territorio.

Dormire

Resort of Nature

Anche il resort  Garden & Villas in cui abbiamo dormito e soggiornato è immerso nella natura. In perfetto stile green potete svegliarvi e dalla vostra camera vedere i bellissimi orti dove vengono coltivati e prodotti che poi vi offriranno a pranzo o cena. Infatti i pomodori e le verdure che trovate nelle bruschette o nei piatti che vi servono arrivano direttamente dai vari orti sparsi per il resort. E mentre decantiamo le lodi del pane ci viene spiegato che anche quello viene fatto in casa.
Il Garden & Villas Resort ha 50 camere immerse in 3 ettari di macchia mediterranea per una vacanza all’insegna del benessere e della tranquillità. Potete perdervi nella natura che questo posto offre. Un giusto mix tra eleganza delle camere con anche piscina in terrazzo per le suites di alto livello e natura tipica di questa terra che vi avvolge facendosi sentire immersi nella natura. Passeggiate per il resort tra profumi, colori e piante di ogni tipo che trovate ad ogni angolo.
Se invece volete riposarvi trovate lettini e relax vicino alla piscina termale olimpionica che si trova proprio di fronte al ristorante. Vi piace leggere? Nessun problema ! Anche un angolo dedicato ai libri e alla lettura che la sera si illumina di candela e luce soffusa vi farà permetterà di leggere o lavorare in tutta tranquillià. E alla sera all’ora dell’aperitivo trovate il bar aperto per un cocktail a bordo piscina.
A pranzo e a cena trovate prodotti tipici o una buonissima pizza. E a colazione? Ottime e saporite mozzarelline (si vede che ci sono piaciute?) insieme ad altri formaggi e tantissimi dolci!

Spa & Relax

Con un panorama incantevole e tante piscine in cui rilassarmi osservando il panorama che offre questo resort vi consigliamo anche il San Montano Resort  & Spa.

Mangiare

Abbiamo cenato a Casa Celestino a Sant’Angelo d’Ischia. Prodotti tipici e di qualità. Abbiamo provato una serie di antipasti, buonissimi l fuori di zucca ripieni. Un tris di diversi tipi pasta tutti buonissimi. Il posto merita per la terrazza vista mare. Fate poi due passi fino alla piazzetta del paese per godervi la città di sera.

La nostra mappa #mappamolitalia:

Lascia un Commento