fbpx

Pratomagno

La spada nella Roccia

Se siete appassionati di cavalieri, spade e di leggende… non potrete perdervi la Spada nella Roccia in provincia di Arezzo, infatti non esiste solo quella in provincia di Siena a San Galgano, nella Toscana! Si trova in Casentino su una delle montagne più alte, il Pratomagno che invece è famoso per la sua croce color rosso! Non molti conoscono questa attrazione nascosta che però è apprezzata da grandi e piccini!

Il nome Pratomagno è dovuto alla presenza di grandi prati nella parte superiore, nella parte bassa invece, come tutte le altre montagne casentinesi, è completamente ricoperta dalla foresta. Godetevi la scoperta di questo luogo bellissimo, da cui avrete un panorama incredibile su Arezzo, Casentino, Valdarno, Firenze ma non solo, nelle giornate senza foschia riuscirete a scorgere addirittura il Lago Trasimeno!

Per raggiungere il Pratomagno è possibile partire dai paesi più vicini tra cui Ortignano e Quota, sennò dall’altro versante casentinese da Ponte Nano e Talla. Dagli ultimi due paesi la camminata è più breve per raggiungere la spada nella roccia. Dall’altra ci si arriva molto più vicini alla croce, nell’ultimo parcheggio (dal ristorante Giocondo un chilometro avanti per trovarlo).

Una volta arrivati al parcheggio, si può o salire verso la croce, raggiungendola dalla strada sterrata che si riconosce benissimo, oppure passare per il sentiero che entra nel bosco costeggiando il piccolo rifugio. Il trekking è lungo, non troppo esagerato ma è distante, consiglio per chi non fosse troppo allenato di passare sempre nella zona boscosa che è più spesso in piano, invece il crinale sale e scende continuamente!

I crinali si ripetono tutti in modo molto simile nella forma e sono principalmente prati, riuscirete a capire di essere vicino alla spada nella roccia quando vedrete più vegetazione sul crinale, cespugli e ginestre. La Spada nella Roccia si trova in cima a questa montagna, dove si trova una panchina realizzata da un tronco dove potete mangiarvi il vostro pranzo al sacco.

Tornate indietro sempre passando sul crinale oppure nella zona boscosa.

L’Hinkler Ring:

un percorso commemorativo ad anello che si trova in Pratomagno, un massiccio montuoso nell’Appennino toscano. Qui, per un tragico evento, una montagna toscana si unisce per sempre alla storia del continente australiano. Nel 1933, Herbert Hinkler, il famoso trasvolatore australiano, eroe della prima guerra mondiale, pioniere dell’aviazione e inventore, è perito qui a seguito di un grave incidente aereo. Il suo obiettivo era quello di trasvolare dall’Inghilterra all’Australia, tentativo purtroppo diventato tragedia. In ricordo di Hinkler, in Pratomagno sono stati realizzati alcuni monumenti: sul crinale e in mezzo alla foresta. Un bellissimo percorso per un uomo di gran valore, che saprete apprezzare!

La partenza del Hinkler Ring è dal ristorante Da Giocondo, parcheggiate davanti ad esso. Entrate nella zona del ristorante e troverete subito le indicazioni per il percorso da seguire accanto ad una fonte con un chinghiale scolpito  e una scultura di un’elica in ricordo del trasvolatore, con una scritta ufficiale che indica la data della nascita del Ring, in collaborazione con l’ambasciata australiana.

Continuate il viottolo che porta dietro al ristorante, nella discesa, appena raggiunto l’asfalto, attraversate la strada e vedete subito le indicazioni verso un sentierino nel bosco. Il percorso è tranquillo, a volte è un po’ disconnesso, forse più adatto per il trekking che per la bici. Troverete facilmente l’indicazione che esce dal sentiero per raggiungere, alla vostra sinistra, il monumento commemorativo di Hinkler, realizzato dallo scalpellino Roberto Vignali. Preso il nuovo sentiero troverete il monumento dopo meno di 500 metri. Il monumento è formato da un masso nero portato direttamente dall’Australia, altri massi sono disposti ai lati che portano le scritte: Coraggio, Resilienza, Innovazione, Forza d’Animo. Le parole perfette che sapevano descrivere Hinkler.

Tornate indietro e riprendete il sentiero principale, il sentiero rimane segnato e raggiungete la strada principale, quella che collega il ristorante con il traforo, e potete ritornare anche da qui al ristorante. Oppure potete seguire come nella grafica ricostruita il sentiero per salire sul crinale e raggiungere la Croce del Pratomagno. Sul crinale troverete il Cippo Hinkler, sempre in suo ricordo.

L’anello si riconclude davanti al ristorante.

Cose da sapere:

  • è un trekking lungo, valutare bene se farlo con i bambini;
  • in Pratomagno quasi sempre c’è vento, a volte molto forte, ma è bellissimo e sempre diverso in ogni stagione;
  • da pochi anni è stata messa nuova, fatta più grande e bella, perchè dei vandali l’avevano rotta;
  • durante il vostro trekking, se siete fortunati, potrete trovare anche mucche al pascolo e anche dei bellissimi cavalli, sono abituati alle persone ma fate comunque attenzione!

Dormire

Dormite al Bed & Breakfast “La Casa d’Artista” a Ortignano, uno degli ultimi paesi prima di seguire la strada verso il Pratomagno.

Se amate la creatività, i luoghi particolari e diversi dal solito siamo perfetti per voi. La nostra casa è stata completamente personalizzata attraverso l’Arte, inspirata alla Natura. I nostri quadri magici sono il nostro forte: di giorno sono foreste, di notte si trasformano in scene di animali delle nostre foreste!

Mangiare

Potete prendervi qualcosa al sacco, un panino o una schiacciata al Circolo Arci di Ortignano o da Paneolio a Quota, oppure pranzare nel ristorante Da Giocondo, direttamente in Pratomagno.

Consigli in Zona

Perfetto per chi ama il contatto con la Natura, con uno stile di vita attivo, tra camminate, trekking, bici ma anche alla scoperta della storia dei nostri luoghi. E anche chi ama viverla con un pizzico di creatività.

Lascia un Commento

Condividi