fbpx

Museo Sisàn

Museo etno-antropologico che fa riferimento ad una plurisecolare manifestazione ornitologica che si tiene ancora oggi l’8 settembre a Cisano di Bardolino, in occasione della “Sagra dei Osei”.  Museo innovativo che presenta i reperti con l’aiuto dei supporti multimediali, in italiano, inglese e tedesco.

Un’importante esposizione ornitologica suddivisa per aree di nidificazione.  Le schede che accompagnano i soggetti esposti, sono molto esaustive ed aggiornate.  Si possono ascoltare inoltre, i canati degli uccelli delle specie esposte.

Sezione Ornitologica e Mammologica

In questa sezione gli esemplari sono esposti e suddivisi per ambienti di frequentazione nei periodi di nidificazione o svernamento. Detta sezione è stata recentemente restaurata al fine di consentirne un’equa valorizzazione didattico – propedeutica, turistica e scientifica.Ogni reperto è supportato da esaustive didascalie descrittive e da complete informazioni per ogni singola specie esposta, tratte dell’Enciclopedia AVES 2000 dell’ornitologo Pierandrea Brichetti, visionabili anche su appositi monitorsituati vicino alle vetrine espositive.

Inoltre é possibile ascoltare acusticamente i canti degli uccelli sia dai monitor che individualmente su MP3.

Sezione ittica e sulla pesca

Ogni specie presente nel lago di Garda è dettagliatamente illustrata e a mezzo monitor è disponibile un’ampia descrizione multilingue in italiano, tedesco e inglese. Sono esposti rari strumenti atti all’attività professionale della pesca: reti fisse, verticali e da circuizione, nasse, fiocine, foroni, lenze e barche; il tutto corredato da chiare didascalie al fine di illustrarne i diversificati sistemi e attrezzi usati nel passato per la pesca professionale sul lago di Garda, sino agli Anni ’70 importante attività di sussistenza per molte famiglie.

Su un televisore è possibile visionare dei video (di diversa durata) riguardanti 61 tavole del 1838 sulle “Pesche del Lago di Garda”, gentilmente concesse dall’Accademia di Agricoltura Scienze e Lettere di Verona e commentate dal prof. Giorgio Vedovelli. In italiano, inglese e tedesco.

Sagra dei Osei di Cisano (Sisàn) “tra passato e presente”

Nel museo sorto per testimoniare l’importanza di questa manifestazione non poteva mancare una piccola ricostruzione della sagra di un tempo.Un video in italiano, tedesco e inglese illustra questo lungo percorso evolutivo ricco di aspetti storici e culturali, evidenziando le ragioni socio-economiche che ne hanno determinato il sorgere ed il proseguimento per tutto questo tempo fino ai giorni nostri, cercando inoltre di metterne in luce gli aspetti più spettacolari e quell’atmosfera che intorno ad essa si ricreava nel passato, come ancor oggi nel presente. Erano questi momenti importanti di incontro e socializzazione tra le genti del mondo rurale di molti comuni veneti, lombardi e trentini. Aspetti questi ampiamente descritti da autorevoli testi d’informazione dell’Ottocento e Novecento e che trovano testimonianza documentale in archivi ecclesiastici e civiche biblioteche.

Sezione Cacce ancestrali e le loro attrezzature

Oltre ai vari attrezzi legati all’attività di cattura nel passato, è stato raccolto, restaurato ed esposto tutto ciò che in vario modo ha un legame con il territorio e che attiene alle varie cacce alla migratoria: gabbie di diversa forma e fattura; fischietti per imitare il canto degli uccelli; attrezzature atte al caricamento domestico delle cartucce; stampi in legno, sughero o cannuccia per la caccia agli anatidi e trampolieri lungo le sponde del lago; esposizione di una spingarda, strumento simbolo della caccia agli acquatici sui laghi italiani sino agli inizi degli Anni ’70; fedele ricostruzione in scala di un plastico raffigurante un roccolo (struttura atta alla cattura degli uccelli vivi a mezzo reti verticali).

Consigli in zona

Museo del Olio – Museo del Vino – Zoo – Gardaland – Cantine – Caneva World

Lascia un Commento

Condividi