fbpx

Oasi WWF Dune di Forte dei Marmi

In quest’Oasi WWF è ancora possibile ammirare l’antico paesaggio della Versilia precedente allo sviluppo turistico-balneare, l’Oasi si trova nel Comune di Forte dei Marmi (Lu). L’area, di 3,17 ettari, racchiude un piccolo orto botanico impiantato negli anni Settanta dall’Università di Bologna per studiare gli effetti dell’inquinamento sulla vegetazione costiera.

Lembo di dune intatte lungo la costa versiliese: sono stati effettuati interventi di conservazione nell’orto botanico dove hanno potuto trovare naturale attecchimento e mantenimento le tipiche specie delle sabbie.

Sono presenti molti endemismi tra cui la verga d’oro, specie endemica della Toscana settentrionale da Cecina sino a Bocca di Magra, e, molto frequente il fiordaliso delle spiagge, endemica della Toscana settentrionale e della Liguria orientale. E’ presente anche la bella camomilla delle spiagge, che trova qui la sua unica stazione della Toscana settentrionale. Nell’oasi sono si possono osservare anche il giglio di mare, il Cyperus kalli e altre tipiche essenze psammofile, tra cui il ginepro, la fillirea, il leccio, l’alaterno e il cisto.

Tra la vegetazione, soprattutto in inverno, si possono osservare, oltre alle specie più comuni, lo zigolo nero e l’occhiocotto. Sul mare, a poca distanza dalla riva, si possono osservare gli uccelli marini svernanti: svasso collorosso, orchetto marino, svasso maggiore, gabbiano corallino, beccapesci. Tra gli insetti da segnalare lo scarabeo sacro.

Lascia un Commento

Condividi