fbpx

Oasi WWF bosco di Frasassi

Un tassello tra i più belli della Gola della Rossa di Frasassi, uno dei siti naturali più noti delle Marche. L’Oasi di Frasassi si trova all’interno di un Sito d’Importanza Comunitaria (SIC IT5320003) nel Comune di Fabriano (An). E’ anche una Zona di Protezione Speciale (ZPS IT 5320017).

Con l’ Oasi di Frasassi, che si estende per circa 4,5 ettari, il WWF protegge uno degli ambienti naturali più selvaggi e affascinanti dell’Appennino centrale, un vero e proprio paradiso per i rapaci.

L’oasi fa parte del Parco Naturale Regionale Gola della Rossa e di Frasassi. Gli ambienti principali sono formati da seminativo, dove vi sono le strutture dell’oasi e da un bosco a ridosso della Gola di Frasassi prevalentemente a caducifoglie con esemplari secolari di roverella, cerro e agrifoglio.

La flora comprende il carpino nero, la roverella, il nocciolo, il carpino bianco, il faggio, l’orniello, l’acero d’Ungheria, l’acero di monte, il maggiociondolo, l’acero campestre, il tiglio, l’acero minore. Diffusa è la presenza del leccio, dell’agrifoglio e del cerro a ridosso della gola rupestre.

Tra i rapaci diurni spicca la presenza del raro lanario, del falco pellegrino, dell’aquila reale, simbolo dell’oasi, del nibbio reale, reintrodotto nell’area, dell’astore, del pecchiaiolo, del lodolaio e tra i rapaci notturni quella del gufo reale. Tra i mammiferi vi è la presenza del lupo, del capriolo, del cinghiale, del tasso, della faina, della puzzola e della donnola e della lepre.

Tra i numerosi passeriformi tra cui il codirosso spazzacamino, codibugnolo, cincia bigia, cincia mora, fiorrancino e tordela.

Lascia un Commento

Condividi