fbpx

Viaggio in Ecuador in 8 passi!

Un viaggio veloce in Ecuador, facendo 8 passi, per conoscere  le principali aree geografiche  (attrazioni comprese) di questo piccolo ma magnifico paese sudamericano!

1.Quito
Attenzione a quando scenderete dall’aereo, vi potrebbe mancare il fiato. Non solo per le bellezze di questa città, ma  perché vi  trovate a quasi 3000 metri di quota!  La seconda capitale capitale più alta al mondo, è anche una delle città coloniali latino –americane meglio conservate (il centro è stato dichiarato dall’UNESCO “Patrimonio dell’Umanità”): magnifiche chiese, piazze e musei, così come paesaggi  incredibili che si godono dalla alture circostanti. Se volete provare l’ebrezza di mettervi a cavalcioni dell’equatore, spingetevi poco più a nord, a Mitad del Mundo, dove passa  la linea che divide ufficialmente l’emisfero nord da quello sud del pianeta. Poco vicino per gli amanti della natura e dell’adrenalina, ecco Mindo, paradiso mondiale  dei birdwatcher  e  delle zip line, a cui appendersi per percorrere sospesi nel vuoto, la volta della foresta nebulosa.

2.Sierra settentrionale
A nord di Quito, dove le vette andine creano uno dei più bei spettacoli paesaggistici del paese,  c’è  molto da scoprire per gli escursionisti e per chi  vuole fare affari, alla ricerca di prodotti locali. E’ veramente arduo andarsene, senza comperare nulla nei colorati mercati di Otavalo e di Cotocachi, mentre chi vaga con le pedule ai piedi, non ha che l’imbarazzo della scelta dei percorsi che tagliano colline e montagne di questa zona.

3.Sierra centrale
Benvenuti nella “Avenue dei Vulcani” che presenta  8 delle cime più alte dell’Ecuador, incluso il Cotopaxi (5897 metri)  e il Chimborazo (6310 metri . Un altro spettacolo sono le acque scintillanti e turchesi del lago Quilotoa, compresi i magnifici trekking che si possono fare nei dintorni. Per non parlare della Nariz del Diablo (la narice del diavolo) un diabolico trenino che si arrampica incredibilmente in cima a una montagna. Con tutte queste emozioni, niente di meglio che rilassarsi nelle terme di Banos, la spa per eccellenza dell’Ecuador.

4.Sierra meridionale
Se volete salire sulla macchia del tempo per fare un salto indietro di qualche centinaia di anni, andate a Cuenca che rivaleggia con Quito per essere  la più bella citta coloniale del Sud America. Anche lei è patrimonio dell’Umanit UNESCO . Ingapirca ospita invece le meglio conservate rovine inca del paese, mentre Caias è uno dei  parchi nazionali ecuadoregni meglio apprezzati dagli escursionisti. Cucina, musica e università di Loja sono rinomate in tutto l’Ecuador; questa città  porta  all’iddilliaca Vilcabamba, molto popolare per chi è in cerca di tranquillità. Il vicino Parco nazionale Podocarpus offre indimenticabili escursioni a piedi, a cavallo  durante le quali  ammirare orchidee e animali rari.

5. L’Oriente
Se vuoi pagaiare nella foresta equatoriale, pescare piranha, camminare di notte in cerca di animali strani, osservare dall’alto la volta della foresta in cerca di rari uccelli o vivere delle esperienze forti e autentiche di turismo di comunità, la foresta amazzonica  in Ecuador offre tutto questo! A disposizione lussuosi lodge e più semplici accampamenti  sia nella foresta primaria a est di Coca, sia in quella secondaria vicino a Puyo. Per gli sportivi, Tena, offre centina ai chilometri di acqua tumultuosa o di gole per gli appassionati di kajak, rafting o di canyoneering.

6. La Costa Nord- Occidentale
E’ ricercata dai surfisti, in particolare per giocare con le onde a Mompiche, ma anche dagli appassionati di natura. Il Parco nazionale Machanilla, presenta infatti l’ultima foresta costiera del paese e l’Isla de la Plata, soprannominata anche “La Galapagos dei poveri” offre la possibilità di imbattersi  in tanti animali. Per chi è alla ricerca di emozioni forti, Puerto Lopez, da giugno a settembre,  è una delle zone migliori del pianeta per vedere le balene.

7.Guayaquil e la costa meridionale
La più grande città dell’Ecuador, Guayaquil, ammalia i viaggiatori in transito per le Galapagos con il suo moderno malecon (il lungo fiume) e Las Penas, il suo quartiere collinare celebre per la vita notturna. A ovest della città la penisola di Sant’Elena attrae molte persone con le sue spiagge, mentre i surfisti si spingono a Montanita, più a nord.

8.Isole Galapagos
Cosa potere dire di più delle Isole incantate, uno dei tesori del nostro pianeta e una delle mete che non deve mancare nel carnet di un viaggiatore? Leoni di mare, sule, pellicani, pinguini, tartarughe giganti e iguane marine vi attendono e..attenzione a non calpestarle mentre camminerete su queste isole. Non si spaventano in presenza dell’uomo: benvenuti nel Paradiso terrestre!

Lascia un Commento

Condividi