fbpx

Sogni la Corsica? Dimmi che scenario preferisci e ti dico dove arrivare (e cosa vedere)

La caratteristica che più mi ha affascinato della Corsica è la varietà di scenari e di esperienze che offre: e’ un isola, ma non c’è solo il mare: deserto, montagne, laghetti e fiumi sono l’attrazione di migliaia di turisti all’anno
Il mezzo di trasporto con cui ci andrete è la scelta più importante da fare per decidere cosa vedere, insieme al tempo che avrete a disposizione: in due settimane di moto, con frequenti cambi di campeggio e viaggiando tanto ho visitato solo una parte degli infiniti scenari che ha da offrire.

Una soluzione di viaggio può essere quella via mare; online è possibile trovare tante tariffe vantaggiose ed effettuare comodamente da casa la prenotazione dei traghetti per la Corsica
un modo facile e veloce per confrontare le disponibilità, scegliere la propria tratta, prenotare e pagare il biglietto pianificando la tua prossima vacanza .

Con che mezzo scegli di visitarla?

Il mezzo più consigliabile è la moto, possibilmente da enduro o fuori strada, per poter percorrere strade e piste vietate agli stradali a causa del fondo, e spesso troppo strette per le auto se non per piccole jeep o Panda 4×4.
Roulotte a Camper li sconsiglio fortemente, su strade impervie e spesso strette (a parte le direttive principali) sono mezzi scomodi e ingombranti, e percorrere panoramiche come le calanches dovendosi preoccupare del tetto del veicolo toglie fascino all’esperienza.
Per i più intrepidi e con gambe d’acciaio c’è ovviamente la bicicletta, mountain bike consigliata sempre per permettere di raggiungere spiagge e angoli in cui si arriva davvero in pochi.
In particolare i ciclisti con questi consigli di viaggio potranno organizzare il loro viaggio con il punto d’arrivo più adatto alle brevi distanze che il mezzo permette di coprire, godendosi al meglio anche una sola settimana delle bellezze della Corsica.

Scegli la tua destinazione!

Bastia: Dal mare al deserto

Da Bastia, oltre al bellissimo giro lungo “il dito” della Corsica, è facile raggiungere (con mezzi adeguati) il Desert des agres, luogo fantastico dove godersi un mare calmo e incontaminato dal turismo. Sembrano i tropici, il campeggio è spartano e senza particolari servizi, il mare indescrivibilmente bello

Ajaccio: Il mare calmo come un lago e le Calanches

Una volta scesi potete scegliere: sulla vostra destra a un’ora di macchina c’è Porto Pollo, con uno spettacolare campeggio sul mare e un mare che la mattina è fermo e calmo come un lago. Immersioni e uscite in apnea saranno indimenticabili.
Sulla vostra sinistra, sempre a breve distanza, inizia la salita verso le Calanches e una vista sul mare mozzafiato. Fate particolare attenzione alla benzina: una volta iniziata la salita trovare un distributore è difficile per quasi 100 chilometri, meglio partire con il pieno!

Bonifacio: Mare tempestoso, onde alte e vento in poppa

Bonifacio è la parte più esposta della Corsica, e oltre ad avere una serie di collegamenti marittimi con le varie isole vicine offre degli scorci incredibilmente belli.

Calvì: dal mare alla montagna

Oltre alla visita alla bellissima cittadella questo e L’isola Rossa sono ottimi punti di partenza per percorrere le strade che portano verso il vero cuore selvaggio della Corsica, le montagne con i fiumi, i laghi, osterie con carne alla brace indimenticabile e campeggi con i tori che ti arrivano quasi in tenda al mattino. Questa è la partenza di una pista (da percorrere lentamente e godendosi il paesaggio) per motociclisti a cui piacciono salite ripide, canyon altissimi, curve a gomito e strade perfette. Attenzione all’attraversamento animali, frequente, che non solo obbliga sempre alla moderazione ma impone attenzione alla strada sempre.

Porto Vecchio: storia, tranquillità e una basa di partenza comoda

Da motociclista preferisco punti di soggiorno tranquilli e fuori dal caos delle città e dal vento. Per avere una base per la tenda e poter girare Bonifacio, le isole e poter esplorare la parte bassa della Corsica è la meta perfetta per un campo base da cui far partire escursioni. Dopo un viaggio all’isola di Cavalli con onde alte tre metri al ritorno poter uscire dal vento e dal caos turistico di Bonifacio per rifugiarsi a bere una birra guardando dall’alto il mare non ha prezzo.

Ora che hai scelto la tua meta puoi andare alla scoperta di tutti i segreti e le bellezza della Corsica con il mio itinerario sulla corsica e scegliendo l’avventura più adatta a te.

La mappa del viaggio:

Video presentazione

Lascia un Commento

Condividi