fbpx

Oasi WWF Bosco di Suzzara

L’Oasi WWF di Bosco di Suzzara nasce dall’idea di riprodurre sul territorio urbano un’area tipica della foresta planiziale. E’ stato ripristinato un micro-ambiente costituito da alberi e arbusti autoctoni, che descrive la pianura padana di molti secoli fa. Un ambiente ovunque sostituito da agricoltura intensiva, abitazioni, industrie… Un bosco urbano di circa 1,4 ettari nel Comune di Suzzara (Mn), realizzato per ricreare un ambiente tipico della pianura padana di un tempo.

L’Oasi WWF  nasce dall’idea di riprodurre sul territorio urbano un’area tipica della foresta planiziale.

É ormai dal 1994 che attraverso piantumazioni e manutenzione continua (piantumazione, pacciamatura, sfalcio ed irrigazione) da parte dei volontari del WWF, e dell’amministrazione comunale, si cerca di ricostituire il bosco.

Sono presenti oltre 2000 piante delle seguenti specie: farnia, rovere, tiglio, frassino, acero campestre, acero platanoide, pioppo gatterino e nero, prugnolo selvatico, carpino bianco e molti altre.

Il progetto è di ripristinare un micro-ambiente costituito da alberi e arbusti autoctoni, che rappresenti la pianura padana di molti secoli fa.

Un ambiente ormai sostituito da agricoltura intensiva, abitazioni e  industrie che hanno trasformato notevolmente il territorio. Una prima parte ha già una consistenza tale da far assaporare i profumi e la quiete del sottobosco.

 

Lascia un Commento

Condividi