fbpx

Ricarica auto elettriche: perché averne uno nella propria struttura?

Da oggi potrai indicare se la tua struttura turistica ne è dotata, e avere più visibilità grazie al nostro progetto #teslaf. Se sei tra le strutture che hanno superato il protocollo I Luoghi di PiuTurismo sei anche il lista per una nostra visita!

Si è recentemente chiuso (con un successo) il viaggio di #teslaf, 10.000 chilometri in 8 giorni. Questa metà in realtà segna l’inizio di un viaggio, viaggio che vede impegnata l’associazione Tesla Italia nella sensibilizzazione in tutti i settori di politiche e soluzioni per agevolare il mercato delle auto elettriche, organizzatrice del primo viaggio di #teslaf e di tante altre iniziative che man mano vi racconteremo

La prima delle nostra, di iniziative, è quella di rendere disponibile tra i parametri dei servizi delle strutture anche questo dato, la presenza presso la struttura di uno o più punti di ricarica di veicoli.
Le strutture che se ne sono dotate avranno un badge in pagina e una maggiore priorità nel motore di ricerca, presenza in nesletter e visibilità.

Le strutture che sono interessate a dotarsene e non hanno interlocutori possono contattarci provvederemo a metterle in contatto con la rete di consulenti e installatori che può fornire (senza impegno) ogni dettaglio inerente la messa in opera del punto di ricarica.

Se volessi dotare la mia struttura di un punto di ricarica cosa devo predisporre?

La struttura deve essere dotata di un impianto con almeno 22KW di potenza, e deve far installare una colonnina (o anche presa a muro) type 2
L’installazione può essere eseguita da un elettricista, il tipo di presa è quella che vedete qui sotto:

Ovviamente il sistema deve essere dotato di un contabilizzatore per verificare il consumo e addebitare all’ospite i relativi costi. In questo senso ci vengono in aiuto prodotti “pronti all’uso” che possono essere acquistati e installati senza enormi investimenti e dotati del sistema di contabilizzazione e pagamento

Modello a muro

Per citare uno caso raccontatomi durante #teslaf: avere 60 notti il primo semestre dall’installazione solo di clienti alla ricerca di un albergo con punto di ricarica è già un successo che ha pagato l’investimento,

Il viaggio prosegue: dove andremo?

Abbiamo pensato di non fare una corsa, stavolta, ma un viaggio vero, con delle tappe alla scoperta del territorio e delle nostre eccellenze e lati nascosti. Un viaggio per scoprire luoghi e persone, un viaggio per incontrare di persona le strutture più green del circuito e raccontare dal vivo la loro esperienza. Questo e molto altro, dalle oasi del WWF ai parchi nazionali, un viaggio fatto da tante persone per incontrarne altrettante, arrivando e ripartendo silenziosamente e senza inquinare.

Seguiteci con l’hastag #teslaf e proponete le vostre idee a sostegno di una mobilità sostenibile ed entrate a far parte degli sponsor che partecipano al progetto di sensibilizzazione e diffusione della rete di ricarica territoriale.

Condividi