fbpx

Dove viaggiare in questi mesi? Mete per il post-Covid

Se la situazione non è ancora tornata alla normalità, è comunque giusto iniziare a guardare con maggiore fiducia al futuro. L’Italia, fortunatamente, è ricca di luoghi suggestivi, e nei periodi autunnali e invernali le città d’arte, e non solo, sono liete di accogliere i turisti tra storia, cultura e meraviglie naturali. Alcune mete per trascorrere qualche giorno di vacanza? Ecco una breve lista:

  • Bergamo
  • Parma
  • Bolzano
  • Siracusa

Spostarsi nel periodo autunnale: Bergamo e Parma

Perché non approfittare di un weekend libero per rendere omaggio a Bergamo, simbolo della difficile lotta al Coronavirus? Oltre a concedersi una salita romantica sulla funicolare per ammirare la città alta, la località lombarda ha l’onore di esporre, in questo periodo, all’Accademia Carrara, una delle opere più celebrate di Tiziano: “Marte, Venere e Amore”, giunto in prestito dal Museo di Vienna. Altra città ideale per una visita autunnale è Parma, “Capitale Italiana della Cultura”. Proprio in questi mesi Parma ha in programma una serie di eventi. Particolarmente interessante è la mostra a Palazzo della Pilotta, dal titolo “Fornasetti Theatrum Mundi“. Un appuntamento irrinunciabile per chiunque desideri percorrere un viaggio tra opere classiche e moderne. E per vivere un pomeriggio a stretto contatto con la natura? Il Comune di Borgo Val di Taro, nella provincia parmense, che ospita l’Oasi WWF dei Ghirardi.

Bolzano e Siracusa: due località agli antipodi accomunate dalla grande bellezza

Parlando dei nuovi trend di viaggio per gli italiani, e proiettando già la mente al periodo invernale, gli amanti sia delle escursioni nella natura che degli edifici storici hanno in Bolzano un valido punto di approdo. L’Altopiano del Renon, raggiungibile in funivia dal centro in pochi minuti, è perfetto per scatti naturalistici, o per divertirsi con le ciaspole ai piedi. Tornati in città sarà possibile dedicare un paio d’ore al Museo Archeologico dell’Alto Adige, alla cui notorietà ha contribuito il fatto di essere divenuto la “casa” di Ötzi, “l’uomo venuto dal ghiaccio”. Dal canto suo, la Sicilia non merita di essere presa in considerazione solo in estate. Visitandola fuori stagione si risparmierà godendo comunque di un clima mite anche d’inverno. E Siracusa, che Cicerone ha indicato come la più bella tra le località greche, è pronta a incantare a tutte le ore. I monumenti più celebri, Duomo in primis, si trovano a Ortigia, la parte più antica.

La Via Francigena: un percorso da affrontare a piedi o in bicicletta

Uno dei percorsi più celebri d’Europa è la Via Franchigena, che si dipana lungo 3.200 km attraversando il Vecchio continente da Nord a Sud, coinvolgendo Inghilterra, Francia, Svizzera e l’Italia. In questo periodo post-Covid, una buona idea potrebbe essere intraprendere la parte italiana del tragitto (circa 1.020 km). La Via Franchigena fa il suo ingresso nel territorio italiano con il Passo del Gran San Bernardo. Dalla Valle d’Aosta passa al Piemonte, quindi nella bassa Lombardia. Prosegue in Emilia, continuando fino ai piedi dell’Appennino, attraversando successivamente la Toscana, nelle terre del Chianti e delle colline senesi, e giungendo nel Lazio alla scoperta della Tuscia, toccando la periferia romana. La meta? La Basilica di San Pietro.

A volte è sufficiente una passeggiata nella natura per ritrovare la serenità perduta, rigenerando corpo e spirito. Chi preferisce andare alla scoperta delle opere architettoniche italiane potrà scegliere una delle molte città che si susseguono lungo lo Stivale. Diverse località sono state messe a dura prova, anche economicamente, dalla Pandemia. Mostre, eventi culturali e altri appuntamenti, ovviamente riprogrammati tenendo conto delle nuove regole di sicurezza, sono pronti ad accogliere chiunque ambisca a una ritrovata normalità.

 

CONDIVIDI