fbpx

I mulini storici aperti ai visitatori

Sabato 18 e Domenica 19 maggio: giornate europee dei mulini. In tutta Italia vari mulini storici apriranno le porte ai visitatori !

L’Associazione Italiana Amici dei Mulini Storici si è costituita nel 2011 ed è la prima organizzazione di questo tipo a livello nazionale.

È una Associazione culturale senza fini di lucro ed ha per scopo la valorizzazione degli antichi mulini italiani, incoraggiando e sostenendo conferenze, seminari, mostre, pubblicazione di testi, saggi e articoli. Intende riunire studiosi ed amici della cultura molitoria e quanti vogliono dare il loro apporto a questa causa e collaborare al censimento e catalogazione dei mulini esistenti.

Si propone infine di incentivare la creazione di cantieri di restauro, ristrutturazione e mantenimento dei mulini; di incoraggiare la nascita di altre Associazioni locali o regionali e di creare collegamenti con quelle esistenti in altri paesi.

Per non dimenticare le tradizioni del nostro paese e scoprire questi piccoli gioielli.

L’Associazione Italiana Amici dei Mulini Storici organizza quest’anno l’ottava edizione dell’evento sul territorio italiano. Lanciato nel 2012, la manifestazione riceve, anno dopo anno, un sempre maggiore interesse. L’obiettivo è quello di fare conoscere al pubblico un patrimonio architettonico, tecnologico e culturale spesso dimenticato. E’ anche l’occasione per mutuare messaggi importanti ed attuali quali la salvaguardia di edifici con valenza storica e architettonica, la proposta di un turismo educativo, la conoscenza e valorizzazione di siti ambientali spesso incontaminati e, non ultimo, il rilancio di un’attività molitoria capace di trasformare in modo corretto i prodotti di un’agricoltura biologica in farine e prodotti utilizzabili per un’alimentazione sana. Ogni anno viene esplorato un settore nel quale è stata impiegata l’arte molitoria. Così dal 2012 al 2018 gli argomenti approfonditi sono stati rispettivamente: il mulino da frumento, la pila da riso, la segheria, il maglio, il mulino da mais, il mulino da colore e la pila da cartiera.
Quest’anno abbiamo scelto come argomento il frantoio da olive.
Trovate qui l’elenco di tutti i mulini aperti o seguite la pagina Facebook dedicata.

CONDIVIDI