fbpx

Terme, là dove scorre il benessere

Piacere, relax, salute, storia e natura, ecco il mix delle località termali, la cui acqua sgorga dalla terra, come un dono avvolto dal mistero: una “pozione magica”, con preziose proprietà terapeutiche e benefiche, che fa di quest’acqua un toccasana naturale. Difatti gli antichi popoli che la scoprirono – Nuragici, Celti, Etruschi – la consideravano sacra per le sue qualità taumaturgiche. Non così i più pratici Romani, per i quali rappresentava un buon mezzo di igiene personale. I numerosi bagni pubblici e terme da essi costruiti divennero anche luogi di relax, incontri e relazioni, avviando una “tradizione” ripresa in epoca moderna, fino a oggi.

E’ grazie a questi antichi popoli che l’Italia può vantare centinaia di luoghi termali che in molti casi conservano tracce degli antichi siti, come le Terme Acque Albule,  in cui il progetto di riqualificazione del 2000 ha compreso il recupero delle piscine storiche di queste famose sorgenti carbonico-sulfuree. Menzionate da  Plinio Secondo il Vecchio e da Virgilio, furono usate da Nerone, che le fece confluire fino alla Domus Aurea, e dall’imperatore Adriano che le utilizzò per le piscine della sua sontuosa Villa Adriana, oltre che da Cesare Augusto, che ne trasse un così grande beneficio per la sua gotta da far costruire un imponente edificio termale, del quale sono ancora visibili i massicci ruderi, nonostante il saccheggio e la rovina dei secoli successivi, fino all’epoca rinascimentale. I resti degli edifici  imperiali sono visibili anche nelle Terme Pompeo, costruite proprio sulla base di quelle romane preesistenti e, benché pochi, sono significative le tracce romane visibili alle Terme di Sardara, che vedono i primi insediamenti nel XVI secolo a.C. In Sicilia si può addirittura provare una sauna naturale di epoca romana, alle Terme Segestane, nella cosiddetta Grotta Regina, anche se per qualche piacevole bagno caldo ci si può “accontentare” delle vicine terme libere. Tutto lo splendore del Settecento rivive invece nei Bagni di Pisa, dove la ristrutturazione ha saputo mantenere l’atmosfera conferita dai Lorena, quando le terme divennero residenza estiva del Granduca di Toscana Francesco Stefano di Lorena a metà del XVII secolo, trasformandosi in un centro mondano per personalità internazionali.

A tuttoggi la località termale, oltre a essere un luogo di terapia, rappresenta una meta ambita per rilassarsi, rigenerarsi, o trascorrere una vacanza all’insegna del relax e in Italia non c’è chq l’imbarazzo della scelta, dato che ogni regione vanta più fonti termali, da quelle famose a quelle più nascoste, da quelle ricercate e di lusso a quelle libere, fino ai piccoli gioielli che senza sfarzo offrono un’esperienza indimenticabile. A noi sono piaciute in particolare le Terme di Sassetta, decisamente in linea con il turismo ecologico… vi consigliamo di non perderle! E se volete una panoramica generale, potete consultare le strutture dedicate alle terme, in continuo aggiornamento.

Condividi