fbpx
viaggioinmontagna

Viaggia al sicuro: parti sempre con una guida e un’assicurazione

L’esperienza migliore si vive solo con chi il territorio lo conosce come le sue tasche: riconoscere un volatile, individuare un gruppo di marmotte o una famiglia di daini lo saprà fare di certo meglio di noi, e quello che c’è da scoprire anche in un breve percorso è sempre molto più di ciò che possiamo immaginare.

Una guida ci garantisce la sicurezza e di goderci al massimo l’esperienza dedicando allo stress e alle decisioni molto meno tempo che possiamo investire in belle fotografie e avvistamenti. Verifica nella zona in cui sei diretto quali siano le associazioni di guide escursionistiche o alpine abilitate che possono accompagnarti e approfitta per farsi dare dettagli specifici sui vestiti e le attrezzature necessarie rispetto la destinazione.

Che tipo di guide esistono e quali scegliere

E’ un settore in cui operano molte figure che cambiano a seconda del tipo di terreno e di attrezzatura che ci si troverà a dover utilizzare durante il percorso. In generale esistono queste figure professionali:

GA (Guida Alpina): la guida alpina è chi svolge professionalmente le seguenti attività:

  • accompagnamento di persone in ascensioni sia su roccia che su ghiaccio o in escursioni in montagna;
  • accompagnamento di persone in ascensioni sci-alpinistiche o in escursioni sciistiche;
  • insegnamento delle tecniche alpinistiche e scialpinistiche con esclusione delle tecniche sciistiche su piste di discesa e di fondo.

GAE (Guide Ambientali Escursionistiche): che hanno assolto alle richieste di accompagnamento ambientale legato alla conoscenza delle specificità naturalistiche e culturali.

AMM (Accompagnatore di Media Montagna:  è una figura professionale abilitata a condurre singoli o gruppi su terreni escursionistici senza limiti altitudinali (come sancito dalla sentenza della Corte Costituzionale numero 459 del 14 dicembre 2005). Sono esclusi i terreni dove sia necessario l’impiego, per la progressione e la sicurezza, di attrezzature alpinistiche quali corde, imbraghi, ramponi, piccozze o strumenti di autoassicurazione (rinvii, connettori etc.), e comunque tutti i terreni in cui sia necessario impiegare tecniche alpinistiche (Legge n. 6 del 2 gennaio 1989).

Potete trovare maggiori informazioni o dettagli al sito delle guide alpine.
In ogni caso verificate sempre prima di partire dove sia il CAI locale e richiedete solo ed esclusivamente guide autorizzate e dotate di abilitazione professionale, investire sulla sicurezza e una spesa necessaria.

Sottoscrivi un assicurazione rischi per la montagna

Molti non ci pensano, o lo scoprono quando arriva la fattura dei soccorsi una volta che tutto è finito: il soccorso in montagna oltre che difficoltoso è costoso. La necessità di intervento di un elicottero è molto più costosa di quanto si immagina, a bordo c’è personale medico qualificato oltre che soccorritori professionali, e il solo volo di un Augusta costa 3.000 € all’ora: è scontato che in questo caso sia indispensabile avere un’assicurazione privata che intervenga a coprire i costi, ed è molto meglio aver pagato tante volte un contratto senza mai doverne usufruire che scoprire dopo che poteva essere indispensabile averlo fatto.

In particolare all’estero (quando ci vado mi assicuro sempre, da sempre con la stessa compagnia per cui molti anni fa ho lavorato scoprendone e vivendone lo spirito “non da assicurazione” ma da vera assistente al viaggiatore) le spese possono aumentare molto in fretta, e se le condizioni igieniche della metà non sono adeguate al danno avuto a causa dell’infortunio potrebbe essere necessario un rimpatrio sanitario. Per questo motivo una compagnia così organizzata e strutturata per l’emergenza sanitaria mi ha sempre permesso di viaggiare sapendo di essere assistito adeguatamente in caso di bisogno

Parlando di costi Europ Assistance propone una polizza per l’outdoor da 25 €/mese con un massimale di 100.000 € per la ricerca e soccorso, insieme a molti altri rimborsi in caso di infortunio. La compagnia dedicata all’assistenza sanitaria propone anche polizze viaggio temporanee di varia natura e che coprono solo il periodo della tua vacanza, puoi trovare tutte le informazioni qui. Inoltre acquistando una polizza Outdoor Noproblem  36 mesi riceverete in omaggio SPOT Gen3 con un anno di canone di servizi satellitari inclusi. SPOT Gen3è il dispositivo satellitare che ti permette di restare sempre connesso anche fuori dalla rete cellulare e attivare i soccorsi in caso di emergenza premendo semplicemente un tasto.

Preciso, visto che la pubblicità occulta è il tormentone del 2017, che questo articolo non è sponsorizzato da Europ Assistance ne è stato da loro richiesto, come per tutti i punti e consigli è il mio personale punto di vista su ciò che si deve fare, mio e delle tante persone che hanno accompagnato la nascita e lo sviluppo di questa guida. [bookly-cancellation-confirmation]

CONDIVIDI