Lombardia - Italia

Ville Aperte in Brianza 2023…tra dimore e delizie

Categories
Eventi

Ville aperte in Brianza è in arrivo e punta all'UNESCO. Doppia edizione anche per il 2023. Scoprile con noi!...

Leggi tutto...

La primavera è alle porte e con essa arriva anche la nuova edizione di “Ville Aperte in Brianza 2023“, un evento annuale che celebra la bellezza e la storia di questa regione del Nord Italia. La Brianza, situata a nord di Milano, è famosa per le sue ville storiche, i parchi e i giardini che sfruttano queste residenze nobiliari. Durante l’evento, molti di questi luoghi normalmente chiusi al pubblico apriranno le loro porte per mostrare ai visitatori la loro bellezza e la loro storia.

Spesso non ci rendiamo conto che abbiamo sotto casa delle bellezze architettoniche, naturali e culturali uniche. Proprio per riscoprire questo immenso patrimonio, nascono degli eventi speciali che ogni anno riscuotono un enorme successo. Stiamo parlando proprio di questa manifestazione, Ville aperte in Brianza, che dopo l’edizione da record dello scorso anno si rinnova anche per il 2023, con un doppio appuntamento. Sicuramente anche questa 21° edizione avrà un grande impatto sulla Brianza.

L’appuntamento di primavera si terrà nel weekend del 29 al 30 aprile, l’1 maggio e il 6-7 maggio. L’evento quest’anno si intitola “Tra dimore e Delizie” e nasce per valorizzare e promuovere la ricca rete di ville presenti sul territorio attraverso attività e apertura extra. Saranno aperte solo le Ville di delizia nei comuni di Monza e Brianza, Como, Lecco, Varese e Milano. L’obiettivo è quello di candidare le ville di delizia come patrimonio dell’Unesco. Le ville di Delizie sono dimore di pregio risalenti al XVI e XIX secolo, unicamente abitate dalla nobiltà Milanese, che in Brianza trascorreva lunghi periodi di riposo vacanza.

L’edizione autunnale sarà invece metà settembre dal 16 settembre all’1 ottobre 2023 e aprirà tutti i beni storico-artistici dei partner della manifestazione, fra cui edifici religiosi, musei, parchi, siti legati all’archeologia industriale e di diverso interesse culturale. Con questo tipo di eventi si vuole valorizzare e riscoprire la bellezza del patrimonio territoriale della Brianza.

Siamo emozionati all’idea che, tra poche settimane potremo ammirare le ville storiche più belle della nostra regione e scoprire la loro storia e le loro curiosità. Sarà un’occasione unica per immergersi nella cultura e nella bellezza della Brianza, per scoprire luoghi nascosti e per apprezzare l’arte e l’architettura che ci circonda.

L’evento si rivolge sia a tutti, turisti  e cittadini, perché tutti possono apprezzare la bellezza delle ville storiche e imparare qualcosa di nuovo sulla loro storia e sulla cultura della Brianza. Sarà un’occasione per riscoprire la bellezza del nostro territorio e per condividerla con gli altri.

Inoltre, le Ville Aperte in Brianza 2023 saranno anche un’opportunità per promuovere il turismo nella nostra regione, attirando visitatori da tutto il mondo e facendo conoscere la bellezza della Brianza anche al di fuori dei confini italiani.

Elenco delle Ville in Brianza da visitare

Tra le ville aperte al pubblico durante l’evento, ci sono alcune delle più belle e famose dimore della Brianza. Una di queste è Villa Reale di Monza, un imponente palazzo di stile neoclassico circondato da un vasto parco di 700 ettari. La villa ospita una serie di musei, tra cui il Museo Civico e la Pinacoteca, dove è possibile ammirare opere d’arte di grande valore.

Ma l’evento “Ville Aperte in Brianza” non riguarda solo le ville storiche. Durante il weekend, ci saranno anche visite guidate a luoghi di interesse culturale e naturalistico, come i parchi regionali della Brianza, le antiche chiese e i musei locali. Inoltre, ci saranno anche diverse attività per i più piccoli, come laboratori creativi e spettacoli di intrattenimento, che renderanno l’evento un’esperienza unica per tutta la famiglia.

Qui di seguito ti riportiamo l’elenco delle Ville in Brianza che potrai visitare durante l’evento, divise per paese:

  • Alserio: Villa Adelaide
  • Anzano del Parco: Parco di Villa Carcano
  • Arcore: Villa Borromeo D’Adda
  • Barlassina: Palazzo Rezzonico
  • Bollate: Villa Arconati-FAR
  • Bosisio Parini: Villa “La Rocchetta”
  • Castenovo: Villa Mapelli Mozzi e Villa Greppi di Bussero
  • Cavenago Brianza: Palazzo Rasini
  • Cernobbio: Villa Bernasconi
  • Cesano Maderno: Palazzo Arese Borromeo con visita guidata il 16 Aprile, Palazzo Arese Borromeo Svelato, Palazzo Arese Jacini, Antica Chiesa di Santo Stefano, Palazzo Arese Borromeo – Tempietto del Fauno
  • Cinisello Balsamo: Villa Casati Stampa di Soncino e Villa Ghirlanda Silva
  • Cuggiono: Complesso di Villa Annoni (Villa, Parco e Museo Storico Civico)
  • Desio: Villa Cusani Traversi Tittoni e Parco Comunale di Villa Tittoni
  • Erba: Villa Majnoni d’Intignano e Villa La Clerici
  • Lainate: Villa Visconti Borromeo Litta
  • Lomazzo: Villa Ceriani – Museo diffuso Dolores Puthod
  • Meda: Villa Antona Traversi e Chiesa di San Vittore
  • Missaglia: Villa Sormani Marzorati Uva
  • Monza: Reggia di Monza, Parco di Monza e Passeggiate Reali
  • Trezzo sull’Adda: Casa Bassi
  • Varenna: Casa Museo Villa Monastero

Non vediamo l’ora di poter partecipare all’evento e di ammirare le bellissime ville storiche della Brianza. Spero che anche tu ti possa unire a noi in questa avventura emozionante e scoprire la bellezza della nostra regione.

Se sei infatti appassionato di storia, arte e natura, non puoi perdere l’edizione di primavera 2023 di “Ville Aperte in Brianza 2023“. Un’occasione unica per scoprire la bellezza e la ricchezza culturale di questa affascinante regione italiana. Tante saranno le novità e i progetti per i visitatori. Rimani aggiornato e iscriviti alla nostra newsletter, ci saranno presto aggiornamenti.

Più Turismo

Un team di esperti che si occupa di turismo ecosostenibile e aiuta da anni le aziende a promuovere e valorizzare il territorio, migliorarsi e farsi conoscere da turisti responsabili e attenti alla natura, al rispetto dell'ambiente e la riduzione degli sprechi.

Condividi questo articolo:   Facebook Whatsapp Telegram Twitter Email

Lascia un commento

Leggi anche