Sculture di sabbia a Jesolo

Gli dei greci conquistano piazza Brescia a Jesolo. Le sculture di sabbia tornano nel lido di Jesolo grazie alla manifestazione giunta alla sua 24esima edizione.  Intitolata “L’ordine dei mondi” l’edizione 2022 della manifestazione sarà infatti dedicata alla mitologia greca, con un focus particolare alla nascita dei miti di Zeus, Ade e Poseidone. Il racconto della loro generazione, dei loro rapporti e delle loro gesta avverrà attraverso la scolpitura di 3 sculture monumentali in sabbia a 360 gradi giocando sulla prospettiva e sulla profondità da parte di 6 artisti internazionali. La mostra si svolgerà in piazza Brescia a partire da sabato 4 giugno e sarà liberamente visitabile fino a domenica 25 settembre.

Il progetto sarà coordinato dal direttore artistico Richard Varano, già responsabile di Jesolo Sand Nativity. Susanne Ruseler (Olanda) e David Ducharme (Canada) scolpiranno il mito di Poseidone e il mondo sottomarino. Radovan Zivney (Repubblica Ceca) e Slava Borecki (Polonia) creeranno il mito di Zeus, capo dell’Olimpo e dio del cielo. Jakub Zimacek (Repubblica Ceca) e Pedro Mira (Portogallo), infine, plasmeranno il mito di Ade e il mondo sotterraneo. Gli scultori saranno al lavoro dal 18 al 31 maggio.

La storia

Figlio del titano Crono e di Rea, Zeus è il più giovane tra i suoi fratelli e sorelle: Estia, Demetra, Era e, appunto, Ade e Poseidone. Grazie a una trama ordita da Rea e Gea, riuscì a sfuggire al tragico destino che toccò ai suoi fratelli: essere divorati dal padre Crono, il quale aveva saputo che sarebbe stato spodestato da uno dei suoi figli come lui stesso aveva fatto con il padre Urano. Divenuto adulto, Zeus costrinse il padre a rigettare tutti i suoi fratelli e le sue sorelle. Insieme a loro, e con il supporto dei fratelli di Crono, che questo aveva costretto ai confini del mondo, rovesciarono il padre e gli altri Titani dal proprio trono. Al termine di questa battaglia, Zeus suddivise il mondo in tre regni affidando a Poseidone il dominio sulle acque e ad Ade quello sul mondo dei morti. A Zeus toccarono i cieli e l’aria.

“La mitologia greca è ricca, affascinante e carica di messaggi. Un tema che ispirerà gli scultori affinché ci regalino, ancora una volta, una mostra dal grande impatto artistico – dichiara il sindaco della Città di Jesolo, Valerio Zoggia –. La manifestazione, giunta quest’anno alla sua 24esima edizione, rappresenta un tassello importante nella nostra offerta turistica ma anche culturale, e insieme un altro segno del progressivo ritorno alla normalità. Non vedo l’ora di veder sfilare a bocca aperta i nostri ospiti davanti a queste sculture”.

CONDIVIDI