22-marzo-giornata-mondiale-acqua-acque-sotterranee

22 marzo, Giornata Mondiale dell’Acqua

Il 22 marzo si festeggia la Giornata Mondiale dell’Acqua 

Il 22 marzo di ogni anno si festeggia la Giornata Mondiale dell’Acqua (World Water Day), simbolo per eccellenza della vita. Istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, la giornata internazionale dell’acqua ha come obiettivo quello di sensibilizzare l’opinione pubblica su temi di fondamentale importanza, legati all’acqua potabile.

Si vuole accendere un riflettore sui 2,2 miliardi di persone che vivono ancora oggi, senza accesso all’acqua potabile. L’obiettivo di questa giornata è di ispirare le coscienze all’azione, promuovendo attività concrete per affrontare la crisi idrica globale e riuscire a raggiungere l’obiettivo numero 6 di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030acqua pulita e servizi igienico-sanitari per tutti entro il 2030.

L’acqua è la risorsa più preziosa per l’uomo, alla base della vita. Il 71% della superficie terrestre è costituita da acqua. Ma di tutta l’acqua presente sul nostro pianeta il 97% è rappresentato dall’acqua salata e solo il 3% dalle acque dolci. Di questa piccola percentuale di acque dolci il 2,4% è costituito dall’acqua dei ghiacciai polari, non utilizzabile dall’uomo, lo 0,01% è rappresentata dalle acque di superficie (fiumi e laghi) e lo 0,58% sono le acque sotterranee.

Ciò significa che solo l’1% di tutta l’acqua disponibile sulla terra è utilizzabile per uso umano. Secondo i dati dell’ONU questa percentuale sta diminuendo sempre di più.

È una situazione allarmante e preoccupante per noi e per il nostro futuro. Per questo è necessario ricordare l’importanza di preservare l’acqua, promuovendo in tutti i Paesi iniziative che mirino a combattere l’impoverimento e lo spreco nel mondo. Dobbiamo tutti noi fare qualcosa per proteggere questo bene prezioso.

Il tema della Giornata Mondiale dell’Acqua 2022

Il tema della Giornata Mondiale dell’acqua 2022 è quindi volto a sensibilizzare sull’importanza delle acque sotterranee. Le acque sotterranee (o acque di falda) sono acque invisibili, tesori nascosti che influenzano la nostra vita.

Sono grandi riserve d’acqua al di sotto della superficie terrestre e nascono dalle precipitazioni atmosferiche (pioggia o neve) che si infiltrano nel sottosuolo. In determinate condizioni, inoltre, possono tornare in superficie sotto forma di sorgenti e di risorgive.

L’acqua presente nel sottosuolo ha molteplici funzioni: in primis è necessaria per la produzione di acqua potabile, viene poi utilizzata per i sistemi sanitari e idrici, per l’irrigazione, l’agricoltura e l’industria, serve per alimentare corsi d’acqua e laghi, soprattutto in caso di siccità, e infine è fondamentale per il mantenimento della biodiversità nonché dell’habitat nelle aree umide e degli ecosistemi.

Le acque sotterranee rappresentano quindi la quasi totalità della risorsa idropotabile e sono fondamentali per la vita e lo sviluppo socio-economico del pianeta. Questa risorsa è rinnovabile ma esauribile, per questo motivo va protetta e tutelata come un bene estremamente prezioso.

Oltre ad essere una risorsa limitata, le e risorse idriche sotterranee globali stanno diventando vulnerabili a causa dei cambiamenti climatici e dell’attività dell’uomo.

Da un lato, l’aumento del riscaldamento globale e i cambiamenti nelle precipitazioni, sia per intensità che variabilità, interessano la capacità naturale di ricarica delle acque sotterranee e le profondità delle falde acquifere.

Dall’altro lato, l’attività dell’uomo sovra utilizza tali risorse. Ciò significa che dalla falda acquifera viene estratta più acqua di quanto ne venga ricaricata da pioggia o neve in modo naturale. Da non dimenticare,  i fenomeni di contaminazione, ovvero l’inquinamento delle acque sotterranee da parte di sostanze che ne alterano la composizione originaria (scarichi civili ed industriali non sufficientemente depurati, perdite di recipienti o discariche, scarti dell’agricoltura, o incidenti con versamenti involontari di sostanze inquinanti).

Purtroppo, bisogna considerare che il risanamento di un’area contaminata richiede molto tempo, diverse tecniche di bonifica, conoscenze adeguate e un dispendio importante in termini economici. Inoltre, gli episodi di inquinamento delle acque sotterranee vengono spesso individuati solo molto tempo dopo l’introduzione nel suolo o nel sottosuolo delle sostanze inquinanti. In questi casi la bonifica si rivela quindi una soluzione poco praticabile o troppo costosa.

Per tutti questi motivi è importantissimo tutelare questa risorsa prevenendo gli episodi di inquinamento: evitando gli scarichi, limitando i quantitativi di fertilizzanti e l’utilizzo di pesticidi, incentivando l’utilizzo di prodotti non pericolosi per l’ambiente, e soprattutto monitorando le falde acquifere periodicamente.

22-marzo-giornata-mondiale-acqua-acque-sotterranee

Ridurre lo spreco di acqua

È necessario indurre cittadini, imprese ed enti a modificare i propri comportamenti! La giornata internazionale dell’acqua vuole sensibilizzare tutti noi sulla limitatezza di questa preziosa risorsa. Bisogna riuscire a bilanciare i bisogni delle persone, delle imprese con quelli del nostro pianeta.

In questa giornata si vuole sottolineare l’importanza di gestire in modo sostenibile questa risorsa preziosa, proteggere ed esplorare le acque sotterranee per sopravvivere e soddisfare i bisogni di una popolazione in crescita. Infine, assumere cambiamenti volti a contrastare i cambiamenti climatici, e ridurre lo spreco di acqua.

Ognuno di noi, con piccoli gesti, può fare la differenza. Tutti noi dobbiamo avere cura di questa preziosa risorsa limitata, che sprechiamo senza rendercene conto. Per questo motivo vogliamo suggerirvi alcuni semplici comportamenti quotidiani che contribuiscono a migliorare la situazione.

  1. Per innaffiare fiori e piante puoi sfruttare l’acqua piovana, l’acqua di lavaggio o cottura delle verdure, oppure l’acqua di scarico dell’asciugatrice
  2. Accendi la lavatrice e la lavastoviglie solo a pieno carico
  3. Utilizza l’acqua di cottura della pasta per sgrassare le stoviglie, evitando l’eccessivo uso di detersivi. Inoltre scegli sempre detersivi compatibili con l’ambiente che evitino di inquinare l’acqua
  4. Preferisci la doccia al bagno ed evita di stare sotto la doccia a lungo
  5. Chiudi il rubinetto quando ti lavi i denti o ti radi
  6. Non lavare frutta e verdura sotto l’acqua corrente, è sufficiente lasciarla a mollo per un po’ nel bicarbonato
  7. Effettua una corretta manutenzione del tuo impianto idrico, evitando rubinetti o wc che perdono
  8. Per il lavaggio dell’automobile puoi utilizzare un secchio, evita l’acqua corrente. Ancora meglio, puoi portare la tua auto negli autolavaggi che hanno un sistema di raccolta e depurazione dell’acqua usata
  9. Quando vai in ferie chiudi sempre il rubinetto centrale dell’acqua. Questo ti permette di evitare brutte sorprese, dovute a rotture o avarie improvvise dell’impianto, in tua assenza
  10. Usa l’acqua solo quando serve davvero, non sprecarla!

Se anche tu come noi, vuoi bene al pianeta, contribuisci a preservare e tutelare questo bene prezioso. Se sei, invece una struttura ricettiva o ricreativa che sta già facendo molto per preservare il pianeta e vuoi spingere i tuoi clienti a fare altrettanto, contattaci! Ti aiuteremo a comunicare al meglio le tue iniziative green.

Lascia un Commento

CONDIVIDI