fbpx

Green Pass obbligatorio dal 6 agosto

Il 6 agosto è il giorno dei Green Pass. In quella data scatterà l’obbligo di Green pass per accedere a una serie di servizi e attività che incidono anche sul settore turistico anche se l’obbligo del green pass per viaggiare su treni, aerei e autobus a lunga percorrenza non è stato introdotto nel nuovo provvedimento. La questione per ora è solo rinviata.

Dove servirà il Green Pass

Ecco tutti i luoghi dove serviràil Green Pass:

  • consumazioni al tavolo al chiuso in ristoranti e bar, dove non sarà invece necessario per il servizio al bancone.
  • spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi;
  • musei:
  • luoghi della cultura e mostre;
  • piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra,
  • centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, solo a chiuso;
  • centri culturali, centri sociali e ricreativi al chiuso;
  • sagre e fiere, convegni e congressi;
  • centri termali, parchi tematici e di divertimento;
  • attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò, concorsi pubblici.
  • cinema e teatri,

Sono esclusi dal Green Pass i centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione.

Restano chiuse le discoteche.

Per quanto riguarda l’utilizzo IN EUROPAdal 1° luglio scorso la certificazione verde Covid-19 è valida come EU digital Covid certificate. Rende quindi più semplice viaggiare da e per tutti i Paesi dell’Unione Europea e dell’area Schengen.

Ottenere il Green Pass

Prima di chiedere il Certificato verde Covid-19 è necessario aver soddisfatto una delle seguenti condizioni:

  • essersi vaccinati contro la malattia da Sars-Cov-2 (tramite uno devi vaccini riconosciuti a livello europeo, vale a dire Pfizer, Moderna, AstraZeneca e Johnson & Johnson)
  • essersi sottoposti a tampone negativo
  • essere guariti dalla malattia

Il cittadino viene informato della disponibilità del Green pass con un sms o una mail, che contengono un codice di autenticazione. Dopo essersi collegati al sito www.dgc.gov.it tramite identità digitale (Spid/Cie) oppure con Tessera Sanitaria, basta inserire il codice e la certificazione sarà immediatamente disponibile.

Quando sarà valido

Il green pass per accedere a ristoranti, teatri, cinema, piscine e alle altre attività ed eventi elencati sopra sarà valido per chi abbia avuto almeno una dose di vaccino.

Quanto dura e che validità ha

La certificazione verde è rilasciata non solo alla persona che è stata vaccinata contro il Covid ma anche a chi ha ottenuto un risultato negativo al test molecolare/antigenico o è guarita dal Covid. La durata della certificazione verde in caso di guarigione è di sei mesi a far data dall’avvenuta guarigione dal Covid. In caso di tampone negativo, il certificato ha una validità di quarantotto ore dall’esecuzione del test. Il green pass dura nove mesi dopo aver completato con la seconda dose il ciclo vaccinale.

Dove non è richiesto

Non bisogna esibire nessun documento in negozi, farmacie, supermercati ma anche nei bar e ristoranti all’aperto, dove si potrà pranzare o cenare liberamente, rispettando comunque il metro di distanziamento a tavola. Niente pass neppure nelle piscine all’aperto.

Come si verifica il Green Pass

L’unico strumento ufficiale, riconosciuto e sicuro per leggere il QR code, con l’unico fine di verificarne l’autenticità, è costituito dall’app VerificaC19. L’applicazione legge il QR code e restituisce il risultato con un segnale verde (codice autentico) o rosso (codice falso). L’app non memorizza alcun dato del certificato.

Aggiornamento

Secondo le ultime informazioni, il Governo sta pensando di introdurre l’obbligo del Green pass anche sui viaggi.  In particolare per navi, treni e traghetti. Aspettiamo le prossime settimane per vedere come evolverà anche questa restrizione.

Condividi