fbpx

Cosa fare a Barcellona

Ci sono stata tanti anni fa e ancora oggi mi ricordo quel viaggio e mi è rimasta nel cuore. Una città dalle mille sfumature e piena di storia e magia. Una città colorata e passionale.

Viene di solito consigliata d´estate, per vie delle tante opportunità che riserva ai giovani. Noi vi proponiamo un viaggio a Capodanno per scoprire gli altri volti che questa città sa offrire.
Sarà bellissimo vivere il Capodanno qui.

Barcellona è la capitale della regione Spagnola della Catalogna, è situata sul Mar Mediterraneo e gode in inverno di un clima temperato.

Cose vedere

Una visita nel quartiere Gotico (Barrio Gotic) che  si estende dalla Cattedrale alle Ramblas ( i bellissimi e animati viali cittadini). Un labirinto di stradine, gremite di turisti  e barcellonesi. Potra capitarvi di girare l´angolo e assistere a un concerto improvvisato di musicisti itineranti, che ricreano l’atmosfera piacevole della Barcellona più antica.

Eixample di Barcellona, il quartiere ideato e progettato dall’ingegner Cerdà a metà dell’800. Rappresenta un museo all’aperto del modernismo. In questo quartiere si trovano le splendide creazioni di Gaudì, l’architetto che ha conferito la vera anima alla città: Casa Batlló, Casa Milà e Casa Amatller, che da residenze private del passato sono diventate oggi monumenti di grande suggestione.

Sagrada Familia, simbolo di Barcellona. Immensa, maestosa, unica. Impossibile descrivere la sensazione che si prova osservandola. Vi sentirete piccoli piccoli di fronte alla sua maestosita. Io sono rimasta li incantata e ferma per qualche minuto prima di iniziare a fotografarla 🙂
Vi consigliamo di recarvici alle 9, appena apre. Al suo interno è ospitata la tomba del suo architetto Antoni Gaudí, il più grande esponente del modernismo catalano. Ma non è possibile vedere la tomba.

La Sagrada Familia è un immenso simbolo cristiano, una specie di racconto biblico in pietra. Sulle facciate infatti si racconta la storia di Gesù, dalla nascita fino alla morte. All´interno c’è la Gerusalemme celestiale, abitata dall’Agnello, dal figlio di Dio che ha finito le sue sofferenze terrene e vive in Paradiso, finalmente salvo.

Boqueria, il più grande mercato di Barcellona e della Spagna che si trova al numero 91 della Rambla. Un grande edificio accoglie chioschi di ogni tipo: verdure, pesce,carne, dolci in cui sono presenti in costume tradizionale. Se volete entrare in contatto con la cultura del posto e con i suoi abitanti i mercati sono i posti migliori . E questo è un colorato mosaico di cose da vedere, assaggiare e comprare.

Cattedrale di Barcellona, dedicata a Santa Eulalia e alla Santa Croce. Qui si trova la cripta dedicata alla santa, con le sue spoglie e un sarcofago che racconta la fondazione di Barcellona da parte di Ercole. C’è un chiostro, con la Fontana dell’Eden. difeso da 13 oche bianche. Che ci fanno? La leggenda popolare vuole che rappresentino i 13 anni di Eulalia (300 d.C) martire bambina che venne sacrificata nel dove oggi sorge la cattedrale

Barceloneta, il vecchio quartiere dei pescatori. Luogo dove si va a mangiare pesce e a scoprire la Barcellona vecchia.

Parc Güell. Qui vi servono almeno2 / 3 ore . Parco unico al mondo, un’ opera d’ arte unica composta da mosaici, calcestruzzi e vetro.

Barcellona di sera, anzi di notte.  A Barcellona non si dorme mai e in città si possono trovare locali di ogni tipo e per tutti i gusti. Vivere Barcellona di notte è un altro modo per scoprire le diverse facce della stessa città.

Mangiare

Il mangiare qui non è un problema. Si trova qualcosa di aperto a qualunque ora. Dai tradizionali locali di tapas e paella ai ristoranti internazionale ed etnici di ogni tipo.

Come arrivarci

Ci sono tanti traghetti che partono dall´Italia.  Con Traghettilines puoi prenotare e acquistare i biglietti dei traghetti per la Spagna.Ho usato Traghettilines per diverse tratte in Italia e sono professionali e competenti.  Prenota qui il tuo traghetto per la Spagna.

Servizio traghetti a cura di Traghettilines

Condividi