fbpx

Fontanelle a Milano: vedovella o drago verde?

Andiamo a bere al drago verde. Chi è di Milano sicuramente se lo è sentito dire.

Come ogni città che si rispetti, anche Milano possiede fontane gratuite dove abbeverarsi.

Le fontanelle dell’acqua potabile di Milano sono comunemente chiamate Vedovelle o Drago--Verde . Il nome di Vedovella deriva dal fatto che dal rubinetto esce acqua senza interruzione e quindi può sembrare una vedova solitaria che piange. Mentre Drago--Verde deriva dal fatto che la struttura in ghisa è in genere di colore verde con un rubinetto in ottone a forma di drago

E quello che in apparenza può sembrare uno spreco, in realtà ha una sua ragion d’essere. Il fluire continuo dell’acqua infatti la mantiene batteriologicamente in equilibrio e evita il formarsi di muffe e ristagni.  Inoltre l’acqua che sgorga da queste fontane non si disperde inutilmente ma, attraverso la fognatura, raggiunge i depuratori di Milano. La quantità d’acqua distribuita è minima rispetto a quella che erogata dall’intero acquedotto della città, che può vantare un gettito medio di circa 7500 litri al secondo, mentre tutte le fontanelle di Milano arrivano a soli 10 litri al secondo. L’acqua che non viene bevuta o impiegata direttamente non è affatto dispersa e sprecata, ma tramite la fognatura arriva ai depuratori della città e da qui viene distribuita ai vari consorzi agricoli che la utilizzano per irrigare i campi agricoli.

Vediamo qualche numero di queste fontane:  alte un metro e mezzo e larghe cinquanta centimetri con una testa di drago che spunta da una torretta a base quadrata marchiata con lo stemma del Comune di Milano. Alla base vi è una piccola vasca semi-circolare da sempre utilizzata per abbeverare gli animali. Sono realizzate in ghisa,  in un verde inconfondibile, e  la loro versione attuale è stata disegnata nel 1931. La prima e forse la più nota è quella di Piazza della Scala, disegnata dall’architetto Luca Beltrami, che sorge sul punto in cui era presente un’antica fontanella fin dalla fine dell’800. Quella di Piazza della Scala differisce dalle altre per il fatto di essere in bronzo.

Distribuite su tutto il territorio del Comune di Milano ne sono attualmente in funzione 565.

Vero e proprio tesoro blu e patrimonio cittadino, l’acqua pubblica all’ombra della Madonnina, quella che scende ogni giorno dai nostri rubinetti, è buona, sana e gratis.
E allora andiamo alla ricerca della fontana più vicino a noi. Sul sito fontanelle.org trovate la mappa interattiva oppure potete scaricare le app dedicata.

Video:

Fontanelle a Milano: vedovella o drago verde?

La mappa di #mappiamolitalia

CONDIVIDI