fbpx

Estate a Grado, tra tante novità e belle conferme

Mentre è iniziato il conto alla rovescia per i festeggiamenti dei suoi 130 anni di storia (nel 1892, lo Stato Austro-ungarico istituì l’Azienda di soggiorno per promuovere la stazione balneare e le virtù terapeutiche del suo “forte vapore marino”), a Grado la stagione estiva 2021 è all’insegna del benessere e della massima sicurezza. Una tradizione di accoglienza che già Ippolito Nievo, nel 1856, raccontò dopo un suo breve soggiorno sull’Isola d’Oro, sottolineando “la piacevolezza del soggiorno, la comodità dei bagni e la cortesia degli abitatori”.

Ma l’ospitalità offerta nel passato trova, qui, sempre nuove declinazioni di modernità. Ecco dunque che le 4 spiagge del lungo litorale gradese (tutte esposte a sud) si sono attrezzate con più ombrelloni (mantenendo un distanziamento di qualità, ben oltre il rispetto delle norme) per soddisfare le richieste di un numero di turisti in costante crescita e alla ricerca di proposte “personalizzate” che rispondano alle diverse esigenze di vacanza.

L’incantevole centro storico gradese (simile a quello di Venezia, ma più antico) mantiene il proprio fascino per il passeggio, lo shopping, la visita alle botteghe artigiane a la sosta ai tavoli di qualche buon ristorante dove si può gustare l’ottima cucina marinara isolana, alimentata dai 100 pescherecci della flotta gradese che portano sempre pesce fresco nei piatti dei buongustai.

Bandiere al Top

D’altro canto, il rispetto ambientale della città e della sua affascinante laguna (con un’estensione di 16.000 ettari punteggiati da isolotti e casoni, le abitazioni tipiche dei pescatori) continuano a premiare Grado e i suoi ospiti con la Bandiera Blu (sono 33 le assegnazioni consecutive) e la Bandiera Verde dei pediatri (l’Isola d’Oro ha un occhio di riguardo per i bambini e le loro famiglie). Grazie ai suoi 40 km di piste ciclabili sia nel perimetro cittadino che verso l’entroterra, al suo tasso di motorizzazione inferiore alla media nazionale, oltre che ai servizi dedicati ai cicloturisti, da 4 anni consecutivi (un primato regionale) l’Isola è contrassegnata dai 5 bike-smile della Bandiera Gialla di Fiab (il massimo riconoscimento per i Comuni Ciclabili della Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta), ottenuto solo da 5 Comuni in Italia. In virtù del rapporto tra numero di abitanti e km di piste ciclabili, oltre che agli altri parametri valutati dalla Fiab, nel 2021 Grado ha inoltre ottenuto il punteggio più alto in assoluto, tra tutti i Comuni partecipanti. Ma, sull’Isola del Sole il benessere e la salute non si muovono solo sulle due ruote. Oltre alle Terme marine, gli appassionati della forma fisica trovano molteplici altre occasioni, dallo yoga al nordic walking, dalla vela al kite surf, dal golf al tennis, dal padel al sup, dalla canoa al kayak, dallo skateboard ai roller, dal windsurf al nuoto e alle esplorazioni subacquee.

Appuntamenti per tutti i gusti

E se, oltre al corpo, si vuole mantenere fresca e allenata pure la mente, la “spiaggia imperiale” offre un ricco calendario di oltre 100 proposte tra escursioni, manifestazioni culturali, religiose, musicali e gastronomiche, da giugno e settembre.

Fra i vari eventi in programma: il 4 luglio, il “Perdon di Barbana”, l’annuale processione che si svolge a bordo di barche addobbate a festa, per rinnovare un voto alla Madonna che, nel 1237, avrebbe salvato l’Isola dall’epidemia della peste. Sono confermati, inoltre, altri appuntamenti ormai tradizionali: dal 21 giugno al 12 settembre, la 38ma edizione di “Musica a 4 Stelle”dal 2 al 23 luglio, Libri e Autori a Grado (con Andrea Maggi, Paolo Crepet, Paola Calvetti, Ilaria Tuti, Stefano Zecchi e Antonio Caprarica); dal 10 luglio al 5 agosto, il Festival Onde Mediterranee (con, tra gli altri,  Luca Sulic dei 2 Cellos, Francesco De Gregori, Noa e Willi Peyote); dal 17 al 24 luglio, la III edizione di GradoJazz (con Paolo Conte, Enrico Rava, Danilo Rea, Paolo Fresu, Dee Dee Bridgewater e tanti altri grandi artisti); il 28 luglio l’esibizione delle Frecce Tricoloridal 23 al 27 agosto, il Puppet Festival; nel fine settimana del 4 e 5 settembre, la competizione del Triathlon di Grado e, domenica 12 settembre, lo spettacolare AquaticRunner Grado-Lignano.

L’Isola di Barbana e Aquileia

Fra le novità, la consolidata presenza dei monaci benedettini sull’Isola di Barbana (perla della laguna, raggiungibile in traghetto) ha portato all’organizzazione di una nuova sala espositiva per gli ex voto legati al Santuario mariano (uno dei più antichi dell’intero Friuli VG) e all’apertura di un fornito negozio erboristico con numerosi prodotti monastici compresa la “tintura imperiale”, digestivo molto apprezzato da Gabriele d’Annunzio e il richiestissimo “Amaro di Barbana”.

Sempre in tema di novità, nella vicina Aquileia, all’interno del Museo Archeologico Nazionale, si possono ammirare le tre nuove sale espositive dedicate a “Lusso e ricchezza”Aquileia (principale sito archeologico del Nord Italia, dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità, dove da visitare assolutamente sono anche le vestigia romane e la splendida basilica patriarcale) si raggiungibile facilmente in bici seguendo la pista ciclabile che parte da Grado, o grazie all’Archeobus, attivo tutti i mercoledì da giugno a settembre).

CONDIVIDI