fbpx
A Lana di corsa

A Lana di corsa!

Dal jogging all’uphill, percorsi per tutti nella natura

Mantenersi in forma è importante e un modo molto semplice ed economico per farlo è correre. In effetti, per farlo sono necessarie solo delle buone scarpe da running; per il quando, il come, con chi e dove ciascuno è libero di scegliere. Sul “dove” in genere i runners privilegiano luoghi verdi, come parchi, boschi e prati: la ricerca della natura, degli alberi e delle piante che rendono l’aria più pulita contribuisce a rendere il momento della corsa ancora più appagante.

Lana e nei suoi dintorni la natura tipica dell’Alto Adige fatta di sentieri, di montagne, di colline, di valli, di boschifiumi è subito fuori dalla porta di casa o dell’ufficio e ogni giorno si può scegliere un luogo diverso in cui andare a correre in ogni stagione.

Oltre a percorsi pianeggianti o lievemente pendenti, esistono anche salite ripide per chi ama l’uphill runningDue di questi percorsi partono da Lanadalla stazione a valle della funivia che porta a Monte San Vigilio, hanno un dislivello di circa 1200 metri e si snodano soprattutto attraverso i boschi. Nel primo tratto, entrambi si dirigono verso Cermes, poi prendono direzioni diverse: uno, di una lunghezza totale di 6,7 km, porta verso est, mentre l’altro verso ovest per 8,5 km, in ripida salita fino al Monte San Vigilio. Il sentiero n. 38 presenta curve strette e talmente ripide che viene chiamato “Ochsentodweg”, ossia “sentiero dei buoi morti”. La discesa per i più arditi è in direzione opposta a quella dell’andata, mentre chi vuole rilassarsi, può sfruttare la funivia per tornare a valle.

Sempre per chi ama l’uphill running un’altra salita impegnativa è quella che parte dal centro del paese di Gargazzone e arriva fino alla stazione a monte della funivia di Verano nelle Alpi Sarentine, a quasi 1000 metri sul livello del mare.

Percorsi più tranquilli dove correre sono i waalwege, i sentieri panoramici della roggia di Brandis, il canale di irrigazione che attraversa le Prealpi Ortler unendo Lana di Sopra a Lana di Sotto e di Marlengo, con dislivelli minimi, terreno sterrato e scorci che lasciano senza fiato.

Alternativa più che valida è il percorso artistico di Lana, che inizia a Lana di Sotto sul waalweg di Brandis fino alla Gola di Lana con la sua suggestiva cascata, per continuare poi attraverso la passeggiata Länd fino al biotopo di Falschauer nei pressi della zona industriale di Lana. Alcuni scorci di questo percorso, insieme ad altre possibilità per trascorrere una vacanza attiva a Lana e dintorni, si possono vedere a questo link:  https://youtu.be/yZf9RxKe-jI

Correndo lungo il percorso artistico di Lana, si potranno osservare le opere di artisti venuti da tutto il mondo, perfettamente integrate nell’ambiente circostante e magari prenderle come riferimenti per il miglior tempo realizzato o come punti di partenza.

Per informazioni sul territorio di Lana e dintorni: www.visitlana.com.

Condividi