fbpx

Oltre il velo dell’Iran

“Oltre il velo dell’Iran”, libro di esordio di Marco Crisafulli, racconta la terra degli Ari “oltre il velo” calato sul paese dopo la rivoluzione islamica.

Il libro si sviluppa come il racconto due viaggi: uno attraverso l’altopiano centrale, culla della civiltà persiana, e l’altro attraverso regioni poco note a noi occidentali, ma ricche di capolavori, paesaggi affascinanti e paesini abbarbicati sulle montagne. La narrazione si arricchisce di suggestioni personali, storiche e letterarie, ricordando al lettore come l’Iran sia l’erede dell’antica Persia, una civiltà che ha dato un profondo contributo alla storia dell’umanità e che ha lasciato ovunque il suo segno nel paese.

L’Iran è il cuore dell’immenso impero percorso da Alessandro Magno nel suo viaggio di conquista, lo storico nemico di greci e romani, la terra dei favolosi shah. Venendo a tempi più recenti, la rivoluzione islamica di Khomeini è stato un evento epocale dopo il quale sull’Iran è calato una specie di velo. Il libro aiuta a riscoprire un paese e una civiltà “misteriosa”, trasmettendo le emozioni provate dall’autore davanti a capolavori universali, ma anche nei semplici incontri con la gente comune.

Forse in nessun altro posto al mondo come in Iran lo straniero viene accolto con tanto calore, fermato per strada come ospite insolito e gradito. Durante i suoi viaggi solitari, appena l’autore si sedeva in una piazza subito qualcuno, desideroso di fare conversazione in inglese, veniva a fargli compagnia; molto spesso erano proprio le ragazze che cercavano di stabilire il contatto. Nelle chiacchierate emergevano personalità interessanti, curiose di conoscere il mondo e morbosamente interessate al giudizio dell’Occidente sulla propria nazione. Niente sembrava farli più felici di qualche apprezzamento alla loro nazione.

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, dal racconto emerge come in Iran l’elemento religioso sia importante ma spesso in secondo piano, meno pressante che in altre nazioni di fede islamica. Le moschee – scrive l’autore – sono luoghi nei quali pregare, ma anche cercare un riparo nelle ore calde e passare una serata in compagnia. La ritualità, con le abluzioni, e l’architettura, con gli ampi spazi ombreggiati, sono elementi funzionali alla necessità di offrire ristoro nel clima infuocato del paese: la moschea diventa copiosa dispensatrice di preziosi beni terreni, quali acqua e ombra, oltre che spirituali.

Il libro può essere acquistato online su Amazon, sia in versione cartacea che ebook, oppure su tutti gli altri store online segnalati dall’editore Goware. È anche possibile ordinare il libro in libreria seguendo le istruzioni riportate sul sito di Goware Segnaliamo poi a chi fosse interessato, che l’autore ha creato una pagina Facebook dedicata al libro, ricca di belle foto dell’Iran.

Marco Crisafulli, romano, si guadagna da vivere esercitando il mestiere di informatico ma è affetto dal “virus del viaggio, malattia sostanzialmente incurabile” (Kapuscinski). Dopo ogni ritorno si dedica allo sbroglio della matassa dei ricordi, che si srotola in racconti arricchiti da suggestioni personali,storiche e letterarie.

CONDIVIDI