fbpx
case-vacanze-chalet-in-legno-tenuta-bocchineri

Case vacanze – Chalet in legno – Tenuta Bocchineri

Bellissimo chalet in legno di 16 mq + servizi,  immerso nel verde, raggiungibile a piedi (o con auto 4 x 4); dista circa 200 metri dalla Casetta sull’Albero, dopo un breve percorso di 2-3 minuti nel bosco.

Luogo ideale dove rifugiarsi dallo stress di tutti i giorni, vivendo una bellissima esperienza a contatto con la natura.

Lo chalet è inserito nel contesto della Tenuta Bocchineri (estesa circa 3 ettari) ove sono presenti (e visitabili gratuitamente) le seguenti attrazioni:

-Museo della Civiltà Contadina (tre ambienti in due casette)

-casa sull’albero (che copre una superficie complessiva di 24 mq)

-centro visita daini

-albero monumentale (quercia secolare),

– aree  picnic

-sentieri che conducono al rifugio del Brigante e ad un antico manufatto denominato  “acquaro”, muraglia in pietra a secco (lunga 60 metri a suo tempo utilizzata a servizio dell’irrigazione degli orti). Tale tipologia di muraglia di recente sono state riconosciute dall’UNESCO come patrimonio mondiale da tutelare.

Il lato Green

Al pari della casa sull’Albero, già presente nel sito +Turismo, lo chalet in legno presenta diverse caratteristiche “green”, che vanno -a titolo di esempio- dall’utilizzo di fonti “led”, dal riutilizzo delle acque, dalla presenza di prodotti bio locali e di bagno bio, dalla possibilità di percorrere sentieri alla riscoperta della flora e fauna locale. Di particolare interesse il “rifugio del brigante” (ubicato a pochi metri dallo chalet)  avvalorato da studi storici condotti sul territorio, e dalla presenza dell’acquaro, tipica muraglia di 60 metri lineari utilizzabile a suo tempo a servizio dell’irrigazione degli orti prospicienti il fiume. Dette muraglie  si fregiano ora del titolo di “patrimonio UNESCO” essendo costruite interamente con la metodologia  di “costruzione con pietre a secco”. Infine, la presenza a poche centinaia di metri di un albero raro denominato “nespolo germanico”, la cui presenza resta misteriosa (secondo le valutazioni di un botanico dell’Università della Calabria) e la vicina contiguità ad una quercia secolare “Quercus petraea” (classificata “albero monumentale” nel contesto delle vigenti leggi in tema di tutela ambientale) fanno del luogo, ove è presente  lo chalet in legno, una rarità floristica di indubbio interesse “green” nel senso più vero del termine.

Consigli in zona

Rogliano, il cd “borgo delle tredici Chiese” merita una visita per la preziosità del suo centro storico ricco dei lavori realizzati dai maestri scalpellini,  autentici artisti nella lavorazione della pietra e del legno.

I dintorni di Rogliano sono particolarmente interessanti per la presenza del fiume “Savuto” attraversato da 3 ponti di cui due edificati nel periodo spagnuolo (1600 circa) e il ponte Romano di S. Angelo (Annibale) risalente al secondo secolo a.C., uno dei ponti più antichi dìItalia. Lungo il fiume, a pochi km da Rogliano, è presente la “Cascata del Cannavino”, attraversabile con teleferica e discesa in fune. A mezzìora di auto sono raggiungibili i parchi naturali della Sila, noti per la biodiversità che li caratterizza.

Tra le altre cose da fare, merita rilievo la visita dei panifici con forno a legno (conosciuti ed apprezzati in tutt’Italia) e le cantine che producono il famoso SAVUTO DOC, celebrato da Mario Soldati nel suo libro “Vino al vino”.

Lascia un Commento

Condividi