fbpx

Bed & Breakfast Porta Baciamano

Il b&b Porta Baciamano si trova in un piccolo e tranquillo paesino di montagna, inserito tra i Borghi più belli d’Italia, all’interno del Parco naturale delle Madonie. La realtà del borgo è fatta di ambienti particolari, scorci caratteristici, intrisi di storia e tradizioni, di affascinanti paesaggi naturali che circondano e permeano la quotidianità, di aria pulita, fresca anche in piena estate, di silenzio e quiete, a volte riempiti dal suono del ruscello in piena dopo un temporale o dei campanacci delle mandrie di passaggio lungo la strada. Dalle sorgenti delle montagne vicine sgorga un’acqua dalle pregiate qualità oligominerali e i prodotti gastronomici locali sono ricercatissimi, dalle carni, ai biscotti, ai formaggi. Non è eccessivo definire le bellissime chiese del paese degli scrigni in cui si conservano tante  opere d’arte, oltre a valori di fede centenari. Le feste tradizionali che si celebrano nell’arco dell’anno rispecchiano tutto questo e sono dei momenti imperdibili a cui assistere e partecipare. Nella nostra struttura gli ospiti si sentiranno accolti da un ambiente familiare e accogliente, con camere molto confortevoli e arredate con gusto; il b&b è realizzato all’interno di un edificio d’epoca ristrutturato mantenendo gli elementi peculiari come i pavimenti in graniglia decorati, i parapetti in ferro battuto, il portoncino in legno scolpito e utilizzando materiali ecosostenibili e soluzioni adeguate alle moderne esigenze di confort. Una delle camere consente l’accessibilità ai diversamente abili, e in ognuna c’è un bagno privato e un frigobar. Le colazioni propongono prodotti tipici del territorio, ma si adeguano volentieri alle richieste dei nostri ospiti; per godere del paese e del territorio circostanti è possibile su richiesta organizzare visite guidate ed escursioni, sia a piedi che con le mountain bike della struttura.

Il lato Green

La struttura è stata realizzata all’interno di un edificio d’epoca ristrutturato mantenendo gli elementi tipici peculiari e utilizzando materiali ecosostenibili e soluzioni mirate al risparmio energetico, come l’utilizzo di apparecchi luminosi a Led, l’automazione dell’accensione e spegnimento luci, riduttori di pressione nelle docce e un impianto di recupero delle acque piovane, riutilizzata per gli sciacquoni. La raccolta differenziata dei rifiuti è effettuata normalmente, affidandosi al servizio locale di smaltimento. I prodotti utilizzati per le colazioni provengono quasi esclusivamente da produzioni locali e tipiche del territorio, gli stessi che l’ospite potrà acquistare  a pochi passi dal b&b per gustarli ancora al suo rientro a casa, assieme ai formaggi, ai salumi e alle carni. Sono disponibili in camera e negli spazi comuni mappe e cartine del territorio con informazioni su sentieri e percorsi naturalistici, ma anche indicazioni dei locali tipici in cui mangiare e delle attività da poter svolgere all’interno del borgo e del territorio per ammirarne le bellezze artistiche e paesaggistiche.

Consigli in zona

Il b&b è all’interno di uno dei Borghi più belli d’Italia che ricade anche nel Parco Naturale delle Madonie e qui si trovano bellezze artistiche e paesaggistiche fuse in un’atmosfera senza tempo, molto piacevole e caratteristica. Si possono fare lunghe passeggiate all’interno dell’abitato o nelle montagne circostanti, raggiungere il ruscello che scorre ai piedi del paese o salire fino a 1.800 m s.l.m. a Piano Catarineci, un ampio altopiano da cui si domina un vasto territorio circostante. Si possono organizzare anche escursioni un pò più distanti, per andare a visitare l’Osservatorio Astronomico di Isnello (Pa), o andare a guadare il fiume o fare un percorso in gommone alle Gole di Tiberio lungo il fiume Pollina, o per sciare negli impianti di Piano Battaglia utilizzando lo skylift di nuova realizzazione. La struttura si colloca lungo l’itinerario della Via Francigena di Sicilia, proprio a ridosso della strada di percorrenza territoriale, l’antica S.S. 120 che ricalca una delle prime strade interne della Sicilia, lungo la quale non a caso è sorto l’abitato di Geraci Siculo già dal IX sec. d.C.. Gli appuntamenti stagionali da non perdere sono tanti: il 24 maggio “si sgavita a muntagna”, ossia le mandrie e le greggi possono risalire dalle zone collinari utilizzate per il pascolo invernale, verso gli alpeggi di montagna, transitando per l’antica statale, che in quel giorno si trasforma in un grande fiume di bestiame che risuona dei campanacci e delle urla dei pastori alla guida; il primo fine settimana d’agosto la Giostra dei Ventimiglia è un evento che coinvolge molti figuranti in una rievocazione medievale all’interno degli scorci più belli del paese e che si conclude con un lungo corteo storico e dei partecipatissimi giochi cavallereschi di evocazione medievale, la giostra appunto; il 24 agosto la festa del patrono san Bartolo richiama molta gente originaria del paese per celebrare una giornata intensa che si conclude con una solenne processione.

Lascia un Commento

Condividi