fbpx
agriturismo-antico-feudo-san-giorgio

Agriturismo Antico Feudo San Giorgio

È un casale agricolo di fine Ottocento, situato al centro di una grande e storica azienda agricola, tutta coltivata con metodo biologico certificato da molti anni.

L’attività agrituristica è nata con l’idea di valorizzare e dare nuova vita a un complesso edilizio di notevole fascino, non più utile alle esigenze di un’agricoltura moderna ed evoluta; prima dell’avvento della meccanizzazione, i feudi, ovvero sconfinate proprietà terriere, davano lavoro a intere famiglie che spesso vivevano sul posto e presiedevano allo svolgimento manuale di tutte le attività agricole.

In Sicilia gli insediamenti di questo tipo si chiamavano bagghiu che significa masseria fortificata. Con un’importante e impegnativa opera di restauro della costruzione, si è quindi dapprima consolidata tutta la struttura, trasformando in seguito i diversi locali, magazzini, stalle, pagliere ed altro in ambienti atti a ricevere il pubblico; senza perciò stravolgere o modificare l’immagine complessiva del fabbricato, sono stati creati appartamenti e camere per una ricettività di oltre 50 posti letto.

A servizio di questi alloggi, oltre a una suggestiva sala ristorante con archi originali in pietra e pavimento in cotto, club house, sala giochi/conferenze, all’esterno una terrazza con magnifica vista sulle montagne e valli della zona, piscina aperta da maggio a ottobre, parco giochi bambini, villetta alberata e campo bocce.

Il lato Green

Antico Feudo San Giorgio è un agriturismo che da sempre tende in più direzioni a portare avanti l’importanza di un turismo e di un’agricoltura ecosostenibili.

  • Si è cercato in ogni modo di non modificare e di ridurre al minimo l’impatto ambientale nei lavori di ristrutturazione del caseggiato.
  • L’azienda agricola produce in biologico: grano duro, orzo, ceci, uva da vino, olive, favino, sulla. Anche l’allevamento di vacche italiane di razza marchigiana è in biologico.
  • L’attività agricola e quella agrituristica vengono gestite in modo armonico, enfatizzando il più possibile con il pubblico l’importanza dell’educazione ambientale per le generazioni future; di recente si è avuto anche l’accreditamento dalla Regione Siciliana come azienda “didattica”.
  • Viene effettuata la raccolta differenziata dei rifiuti prodotti e si utilizza una compostiera.
  • Gli oli esausti vengono conferiti periodicamente a una ditta autorizzata al recupero degli stessi.
  • Si è deciso di non dotare le unità abitative di condizionatori per le caratteristiche climatiche del territorio, in cui i fenomeni di caldo torrido sono poco frequenti. Naturalmente i turisti sono resi consapevoli e liberi di scegliere in base alle proprie abitudini e preferenze.
  • I lavandini dei bagni pubblici sono attrezzati di comando a pedale, per limitare gli sprechi di acqua.
  • Vengono adoperate lampadine a risparmio energetico e negli appartamenti sono affisse delle raccomandazioni circa gli sprechi di acqua e luce.
  • La caldaia a servizio dell’agriturismo è alimentate a sansa di olive (un residuo della molitura) oppure con gli avanzi della potatura delle vigne.

Consigli in zona

La zona si presta a più chiavi di lettura.

  • Visita e scoperta delle bellezze paesaggistiche ed architettoniche dei centri incontaminati delle Madonie: Polizzi Generosa, Castelbuono, Gangi, Petralia Soprana e Sottana, Cefalù, Geraci Siculo, Sperlinga.
  • Esplorazione del Parco naturale dellle Madonie dando alla vacanza una connotazione soprattutto naturalistica. I sentieri del Parco sono numerosi, vari e ben segnalati; l’accessibilità è facile. La biodiversità è riconoscibile in tutto il comprensorio.
  • La gastronomia e i vini si fanno apprezzare per la loro ricchezza e genuinità.
  • La posizione centrale permette la pianificazione agevole di un giro turistico di tutta l’isola, da Siracusa a Trapani, senza tralasciare Piazza Armerina, la Valle dei Templi, l’Etna.

Lascia un Commento

CONDIVIDI